Ripescaggi in Serie B: vince chi ha violato le regole. Amara decisione per la Pro Vercelli società esemplare a livello di conti.

Ripescaggi in Serie B: vince chi ha violato le regole

La Pro Vercelli sembra proprio costretta a restare in Serie C. Al momento lo ha stabilito la Corte d’Appello Federale, che ha confermato la decisione del Tribunale Federale che a sua volta aveva cancellato parte della delibera della Figc sui criteri di ripescaggio circa l’impossibilità di far risalire di categoria società che avessero ricevuto sanzioni per violazioni commesse negli ultimi 3 campionati.

Passeranno Novara e Catania

Tradotto in soldoni significa che chi ha commesso illeciti, già riconosciuti dagli organi federali, la scampa. Come effetto di ciò restano in gioco per i ripescaggi Novara e Catania, che si contenderanno i primi 2 posti della lista che la Figc dovrebbe pubblicare domani.

Resta ancora il Collegio di Garanzia

Al terzo posto Siena, poi con ogni probabilità Ternana e Pro Vercelli. Con soli 3 posti a disposizione (hanno salutato Avellino, Bari e Cesena) il club di patron Massimo Secondo è fuori dai giochi.

Leggi anche:  Scherma: esce di scena Federica Isola

L’ultima carta sembra essere quella di un ultimo ricorso al Collegio di Garanzia del Coni.