Nel corso del match tra Sambenedettese-Gubbio

Un goal incredibile dell’ex attaccante della Pro Vercelli.

Sono due i sogni di ogni giocatore di calcio: segnare scartando tutta la squadra avversaria e farlo con un tiro da centrocampo. Non sappiamo se il “nostro” sia riuscito nel primo, certamente ha coronato il secondo.  Ettore Marchi, ex centravanti della Pro Vercelli dalla stagione 2013/2014 sino alla 2015/2016 (101 presenze totali, 72 in serie B, 29 in Lega Pro; 33 reti messe a segno, 20 nella serie cadetta, 13 nella ex C1), ha infatti segnato una rete incredibile nel corso del match di Lega Pro tra Sambenedettese e Gubbio (campionato di Lega Pro, girone B), la squadra della sua città, dove Marchi è tornato a giocare proprio quest’anno, dopo una stagione poco felice a Reggio Emilia. L’ex bomber della Pro ha iniziato la partita sedendosi in panchina. Poi, nella ripresa, ha sostituito il compagno Bacinovic. Era il 46′, dopo appena 1′ Marchi ha timbrato il cartellino, mettendo a segno la settima rete stagionale: pallone perso malamente a centrocampo dai padroni di casa, lui che si avventa sulla sfera e da circa 45 metri di distanza dalla porta difesa dal portiere della Samb, Perina, lascia partire un tiro pazzesco che si insacca nella rete avversaria. Comprensibile la corsa sotto la curva occupata dai tifosi del Gubbio per festeggiare un goal che resterà nella storia di questa società ma, soprattutto, sarà un fiore all’occhiello della sua carriera di calciatore.

La carriera di Ettore Marchi.

Ettore Marchi è nato a Gubbio il 6 novembre 1985. In carriera ha vestito le maglie di Gubbio (67 presenze, 12 reti), Triestina, Sangiovannese (15 presenze), Bellaria Igea Marina (33 presenze, 13 reti), Portogruaro Summaga (30 presenze, 8 reti), ancora Triestina (34, 6), Sassuolo (29, 5), Benevento (30, 5), Pro Vercelli (101, 72), Reggiana (24, 0) e quest’anno nuovamente quella del Gubbio (finora 20 presenze e 7 reti). In serie B ha complessivamente disputato 72 partite, mettendo a segno 31 reti.