Vercelli Città Europea dello Sport 2019. Riconosimento dell’Aces Europe consegnato a Bruxelles.

Vercelli Città Europea dello Sport 2019

Insieme a Livorno, Mantova e Oristano, Vercelli è uno dei quattro comuni italiani premiati nei giorni scorsi a Bruxelles con il titolo di “Città Europea dello Sport 2019”, il riconoscimento con cui l’Unione europea valorizza, ogni anno, le realtà territoriali che più hanno investito e creduto nelle politiche sportive.

A ritirare la bandiera è stato il sindaco di Vercelli, Maura Forte, accolta al Parlamento Ue dall’eurodeputato Alberto Cirio, vice presidente dell’Aces Europe, l’associazione che in sinergia con la Commissione europea conferisce i riconoscimenti di “European Capital, City, Town e Community of Sport”. Presenti alla premiazione anche il commissario europeo allo Sport, Cultura, Istruzione e Giovani, Tibor Navracsics, e il presidente dell’Aces Europe Gian Francesco Lupattelli.

Maura Forte a Bruxelles

L’eurodeputato ha ribadito come “Ogni euro investito oggi in sport è risparmiato domani in salute”.

«Vercelli è una città conosciuta in tutto il mondo come capitale del riso – ha commentato durante la premiazione il sindaco di Vercelli, Maura Forte -. È anche una bellissima città medievale, abbiamo un capolavoro come l’Abbazia di Sant’Andrea che l’anno prossimo compirà 800 anni, ma è anche una città che ha dato e continua a dare molto per lo sport, dalla Pro Vercelli con i suoi sette scudetti, ai tanti campioni olimpionici e alle numerose medaglie. Per i vercellesi lo sport è uno stile di vita, è educazione, formazione, rigore. Lo sport deve essere apertura a tutti, inclusione. Essere “città europea dello sport” per noi significa questo e nel 2019 lanceremo un programma che esprimerà ognuno di questi aspetti. Per cui invito tutti fin d’ora a venire a trovarci».