Come prendersi cura dei capelli in primavera? Le temperature iniziano a risalire dopo il periodo invernale e si tratta dunque di un momento molto importante per il nostro corpo e in particolare per i nostri capelli. Diventa dunque fondamentale vivere il cambio di stagione nel migliore dei modi, cercando di favorire la nostra cute, aiutandola ad eliminare le tossine accumulate. Lo scopo è sostanzialmente uno: recuperare lucentezza e ridare vitalità alla nostra chioma. Ora è il momento in cui i capelli sono più deboli, fragili. Il rischio è che cadano (fate attenzione a quando usate il pettine o la spazzola), dato si tratta di una stagione di passaggio, di un momento delicato per il nostro organismo, reso ancora più stressante dall’imminente cambio dell’ora.

Come prendersi cura dei capelli in primavera

Il periodo è decisivo perché si esce dal momento freddo e ci si appresta ad entrare in estate: i lavaggi diventeranno quindi più frequenti, così come lo stress, anche perché con ogni probabilità ora incrementeranno le conseguenze di sole, salsedine e cloro. Attenzione però alle modalità di lavaggio: i prodotti utilizzati devono necessariamente essere delicati e di qualità, non devono provocare irritazioni. Il modo migliore e più sicuro (per non sbagliare) per curare alla grande i propri capelli è rivolgersi al parrucchiere di fiducia. Saprà consigliarvi, aiutarvi, fornirvi i prodotti più congeniali, indicarvi le modalità di comportamento più idonee e tagliate su misura per voi: perché soltanto lei (o lui) conoscono le specificità dei vostri capelli.

Da dove cominciare?

Iniziamo dalla cute. Usando degli oli essenziali, perfetti per massaggiare il cuoio capelluto, sarà possibile stimolare la circolazione sanguigna e allo stesso tempo ossigenare i follicoli capillari. Spazio poi agli impacchi, utili per rinforzare la fibra capillare. Inoltre da non trascurare è l’alimentazione: come sempre frutta e verdura di stagione sono un toccasana, anche per la nostra chioma. In aggiunta poi è bene consumare pesce o in ogni caso alimenti ricchi di Omega 3. Lo stesso vale per cibi con elevati valori di vitamina A, vitamina B e antiossidanti. Occhio poi alle doppie punte, meglio eliminarle, in quanto costituiscono la parte più «anziana» del capello. E anche all’utilizzo di piastre per capelli e phon: se siete soliti usarli fate comunque attenzione, siate quanto più dolci è possibile, per non danneggiare la chioma.

Leggi anche:  Un fisico allenato è sinonimo di salute

L’importanza del copricapo

Ultimo consiglio, valido soprattutto per l’estate, ma buono anche per la primavera: ricordatevi di proteggere i capelli con un copricapo, servirà a conservarli al meglio dagli effetti del sole, seppure i raggi non siano ancora aggressivi come nei mesi più caldi. Quanto detto è valido sia per la donna che per l’uomo. E di certo è meglio evitare di tenere troppo raccolti i capelli: addio dunque a chignon, code e trecce, fate respirare i capelli.