Soldi ad Atena: il Comune le regala 600.000 euro. Una decisione che trova del tutto contrari i rappresentanti di Forza Italia.

Soldi ad Atena: il Comune le regala 600.000 euro

Una classica delibera balneare per “piazzare” nel periodo di minor attenzione un finanziamento da 600.000 euro ad Atena per l’incremento della raccolta differenziata. E pure in barba a una decisione del Consiglio Comunale.

Ma l’attenzione su quello che fa la Giunta Forte non cala mai e la questione sembra in grado di sollevare l’ennesimo polverone.

I primi a commentare questa decisione sono Antonio Prencipe, coordinatore Forza Italia Vercelli, e Massimo Materi, capogruppo Forza Italia Comune di Vercelli

Tralasciamo per un momento il fatto increscioso che la Giunta abbia operato in barba a quanto deciso dal Consiglio Comunale il 24 Novembre scorso, dove su proposta anche di Forza Italia è stato sancito, tra le altri importanti cose, che siano coinvolte la prima e quarta commissione consiliare per ogni decisione riguardante la raccolta differenziata.
Tralasciamo per un momento anche che la decisione di investire considerevoli cifre, siano prese praticamente a fine mandato

Le favole del Pd

L’attenzione va posta su un’altra questione importante e che riguarda tutti i cittadini vercellesi: cioè le favole che sono state raccontate alla città per giustificare la S-vendita di Atena (società di proprietà della città) al gruppo Iren, controllato dal PD. A fronte di una perdita del 30% del pacchetto azionario (con conseguente perdita del controllo, passando dal 77% al 48%, considerato che tale pacchetto valeva più di 30 milioni di euro ed invece il Comune ne ha incassato appena 10 !

Ebbene, per edulcorarci la pillola ci è stato detto che la nuova Atena avrebbe assunto almeno 80 dipendenti e così non è stato. Ci è stato anche detto che avrebbe effettuato investimenti per 100 milioni di euro, tra cui l’incremento della Raccolta differenziata, facendo così credere la cittadinanza che tali investimenti sarebbero stati frutto della nuova capitalizzazione societaria.

Oggi invece scopriamo (ma noi di Forza Italia lo avevamo già detto allora) che ogni investimento deve essere ulteriormente pagato dai cittadini. Così è stato per gli impianti a Led e così sarà ora per l’incremento della raccolta differenziata !

Perché questo regalo frettoloso?

La vera domanda è: ma perché si è dovuto regalare (in tutta fretta) una società importante come Atena all’Iren del PD se la città non ha avuto nessun beneficio, se non la perdita di un patrimonio così importante?

A fronte di questo chiediamo al Sindaco un ripensamento sui propositi di regalare ulteriori soldi all’Iren, verificando altresì, come sancito dal Consiglio Comunale del novembre scorso, se Iren abbia rispettato tutti i patti stabiliti in sede di fusione con Atena.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE