Salvini a Vercelli. In piazza Zumaglini un nutrito gruppo di contestatori ha fischiato a lungo e cantato Bella Ciao.

Salvini a Vercelli: bordate di fischi dalla Sinistra

Leggi anche: Salvini a Vercelli: osanna e selfie per il capitano

Fischi, cartelli e qualche striscione. La solita Bella ciao intonata a ripetizione e urla di contestazione. “Buffone, buffone…” e via discorrendo. Ci sono dei cartelli in formato A3 sventolati dalla prima fila: uno sarcastico intitolato a Zorro, debolezza del Capitano leghista, “Sergente Garcia, Zorro ti saluta” e uno più serio dedicato alla questione profughi: “Salvini, se tu stessi annegando noi ti salveremmo”.

Una cinquantina di contestatori pacifici tenuti sotto stretta osservazione dalle forze dell’ordine mentre dall’altra parte imperversava l’onda verde scandita dagli interventi a tutto volume dei vari candidati e poi del vice premier. Il caldo, paradossalmente, ha spento gli ardori di contestazione e la visita salviniana, tutto sommato, è scivolata via tranquillamente.