Roberta Spalla entra nel gruppo di maggioranza a Santhià: prende il posto di Salvatore Cocco.

Roberta Spalla in maggioranza

Nuovo membro per il consiglio comunale di Santhià. Roberta Spalla è entrata nel gruppo del sindaco Angelo Cappuccio, subentrando al consigliere dimissionario Salvatore Cocco. Durante la seduta consigliare il sindaco e il capogruppo di maggioranza, Simonetta Todi, hanno accolto il nuovo consigliere a nome della maggioranza e del consiglio.

Infermiera e sportiva

Laureata in scienze infermieristiche, Spalla lavora nel Reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. Da anni, in collaborazione con la onlus Rainbow for Africa, partecipa a missioni sanitarie in Senegal. Ama viaggiare, camminare, nuotare, spostarsi in bicicletta, le attività all’aria aperta, la barca a vela e lo sport vissuto come equilibratore dell’organismo. Ed è proprio sulle tematiche del benessere e del miglioramento degli stili di vita che ha intenzione di connotare il suo percorso di consigliere comunale.

Stili di vita e benessere

«La mia partecipazione a questa amministrazione comunale – commenta Spalla all’indomani della nomina – è un atto che mi sento di onorare nel rispetto di chi ha creduto in me. Spero di integrarmi in modo efficace con il percorso che è già stato avviato dal sindaco e dalla sua squadra e di mettere a disposizione le mie conoscenze e attitudini. Pensavo, ad esempio, a una maggiore integrazione della città con alcuni progetti proposti da Asl di Vercelli, offrendo anche informazioni applicabili alla vita quotidiana su stili di vita più adeguati che possano raggiungere anche le fasce più deboli. Mi piacerebbe poter sfruttare anche alcuni luoghi della città che possono regalare occasioni di benessere e di miglioramento della qualità di vita, penso ad esempio alle attività che si possono fare nel Bosco per la città».

Leggi anche:  Di Maio: “La Lega era No Tav, poi ha cambiato idea” VIDEO

A scuola

«Sarebbe interessante anche proporre interventi all’interno delle scuole per sensibilizzare su tematiche legate alla salute in generale, ma anche più specifiche, come ad esempio alle donazioni degli organi. Non dimentichiamo infatti che Santhià è stato uno dei primi Comuni ad aderire al progetto “Scelta in Comune”. Insomma, la mia intenzione è di contribuire a diffondere la consapevolezza di quelle che possono essere le attività per stare meglio sia come persone sia come cittadini».