Riscaldamento Stadio Piola e sala Scherma: determina da 61.000 euro. Oltre 5.000 euro, invece, per la progettazione del nuovo impianto termico per il Bozino.

Riscaldamento Stadio Piola e sala Scherma: determina di spesa da 61.000 euro

Nella foto la ricognizione dell’amministrazione all’impianto di riscaldamento della Pro Vercelli scherma.

Il dirigente del Settore Sviluppo del Comune ha emesso in data 31 dicembre 2019 la determina a contrarre un impegno di spesa di 50.000 euro (che diventano 61.000 con l’iva) per la sistemazione dell’impianto di riscaldamento allo stadio Piola. Impianto che, come si legge nell’atto presenta “gravi avarie e malfunzionamenti dei relativi generatori di calore, pompe di circolazione, tubazioni di distribuzione e quadri elettrici, oramai datati, determinano con sempre maggiore frequenza, il fermo forzato degli impianti termici della palazzina spogliatoi/servizi dello stadio comunale “Silvio Piola” e della annessa palestra “ProVercelli Scherma” di Via Massaua, con conseguente interruzione delle attività sportive ivi previste”.

Data l’urgenza degli interventi è stata decisa una procedura di affidamento diretto “ai sensi dell’art. 36 c. 2 lettera b) del D.Lgs. 50/2016 e utilizzando a tal fine la piattaforma di negoziazione MePA con le modalità di cui all’art. 58 dello stesso D.Lgs. 50/2016, con aggiudicazione col criterio del prezzo più basso determinato in termini di miglior ribasso percentuale da applicarsi ai prezzi unitari dei relativi listini ufficiali della Regione Piemonte”.

Leggi anche:  Caso Rosso, Grimaldi: "Si torni al voto"

La determina arriva dopo l’interessamento dell’amministrazione comunale ed in particolare degli assessori Simion e Sabatino, dopo le ricognizioni sulla situazione degli impianti.

Progettazione intervento al Bozino

Con altra determina si è andata anche ad affrontare, relativamente al Bozino, impianto termico della palazzina spogliatoi, i costo della progettazione del nuovo impianto che dovrà essere rifatto: “particolare, generatore di calore, bollitore, pompe di circolazione e tubazioni di distribuzione sono assolutamente inefficienti anche a seguito dei numerosi atti vandalici perpetrati durante il lungo periodo di abbandono della struttura”. I costi di progettazione pari a 5.493 euro, l’incarico è stato dato ad affidamento diretto all’ingegner Alberto Frigato di Vercelli.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE