La Lega: “Vercellesi sempre senza piscine”. Sit-in di protesta davanti all’ingresso del Centro Nuoto.

La Lega: “Vercellesi sempre senza piscine”

Mercoledì 14 marzo, intorno alle ore 15, un gruppo di militanti leghisti con il vice segretario provinciale Giancarlo Locarni, si sono dati appuntamento davanti all’ingresso del Centro Nuoto.

Cartelli, striscioni e anche un pizzico di umorismo con una piccola piscina gonfiabile e uno dei manifestanti con tanto di maschera da sub.

Il concetto espresso è molto semplice. “Il Comune, quando ha avuto la notizia che la ditta che si è aggiudicata i lavori ha chiesto il concordato preventivo, ha temporeggiato. Con il risultato che il cantiere è ancora fermo”.

E’ stato ricordato, mostrando il volantino elettorale del 2014, che uno dei punti di Maura Forte era: “Perché  vogliamo tutti tornare a nuotare nelle nostre piscine”.

Anche l’ex Enal non se la passa bene

Locarni ha inoltre sostenuto a proposito della ex piscina Enal ” Abbiamo il forte sospetto che i lavori di adeguamento che dovevano essere fatti non siano stati eseguiti, andremo a verificare ma a nostro avviso il rischio che non apra per la stagione estiva è alto”.

Leggi anche:  Malattie professionali poco notificate in Piemonte

La protesta ha voluto richiamare in generale l’attenzione sulle cose non fatte e su come “Non ci sono assessori con competenze specifiche. Questa Giunta semplicemente non amministra”.

Nel video l’intervento di Locarni.