Crisi Comunale: Donatella Capra si è dimessa. Nella giornata di sabato 10 marzo.

Crisi Comunale: Donatella Capra si è dimessa

“In data 10 marzo ho rassegnato le dimissioni da Consigliera Comunale, confermando l’impraticabilità di questa esperienza amministrativa, anche nel rispetto delle indicazioni fornite dal Coordinamento cittadino di MDP”

Con questa frase Donatella Capra comunica l’ennesimo sgretolamento del Consiglio Comunale.

Le motivazioni del definitivo addio è, per la consigliera è riconducibile “alla distanza tra il lavoro della Giunta e quello dei Consiglieri Comunali, divenuta incolmabile”.

Le problematiche non risolte

Tra le problematiche non risolte Donatella Capra cita il Museo dello Sport, la ristrutturazione del Centro Nuoto, temi ambientali come la bonifica dell’inceneritore, “effettiva” precisa la consigliera, il piano di fusione di Atena con Iren, l’organizzazione dei Cascina Bargè, l’assistenza ai disabili.

“Chiaro segno di scollamento tra il Consiglio e la Giunta – annota in un passaggio della sua lettera – è certamente stata la deprecabile vicenda relativa al Piano Sanitario, palese manifestazione del mancato rispetto da parte del Sindaco, succube delle politiche regionali, delle indicazioni consiliari, così come si è purtroppo verificato per le innumerevoli mozioni  relative alla risoluzione di altri problemi inerenti l’ambiente, la cultura ed i lavori pubblici. approvate dal Consiglio e mai attuate”.

Leggi anche:  Monitoraggio ponti: appello delle province

La defezione di Donatella Capra era già in atto da tempo ma le formali dimissioni suonano come un’ulteriore colpo alla già traballante sorte della Giunta.