Quali sono i controlli auto da programmare in officina per l’inverno? Se un imprevisto durante la bella stagione, per quanto fastidioso sia, è affrontabile con relativa serenità, quando le temperature calano potrebbe non essere altrettanto. Rimanere bloccati con la colonnina di mercurio a livelli minimi non è certo un qualcosa di positivo: per scongiurare tali situazioni è bene dunque recarsi a far visita al proprio meccanico di fiducia. Una controllatina all’automobile non farà di certo male, soprattutto se in estate abbiamo percorso migliaia di chilometri in giro per l’Europa.

I controlli auto da programmare per l’inverno

Da dove iniziare allora? Partiamo dagli interventi più semplici. Il tergicristalli deve funzionare, ossia deve liberare dall’acqua piovana il nostro vetro frontale: altrimenti è necessario sostituirli. Meglio accorgersene preventivamente che entrare in difficoltà quando si è colti alla sprovvista da un’acquazzone improvviso. Legato a ciò c’è il liquido del tergicristallo: rabboccare il serbatoio del liquido ci consentirà all’occorrenza di pulire il vetro. Un dispositivo importantissimo, da controllare specialmente in inverno, è la batteria: a basse temperature questa genera meno energia e allo stesso tempo richiede una maggiore corrente di alimentazione. Il risultato è noto a tutti: chi non ha mai visto un’auto che fatica ad avviarsi in una gelida mattina invernale? Il meccanico si dovrà occupare di sostenere una prova di carico della batteria, andando a verificare il suo stato di salute. E nel caso sostituendola.

Leggi anche:  Il rimessaggio in inverno, buone pratiche da seguire

Dagli pneumatici all’olio

Gli pneumatici da neve sono fortemente consigliati, ma in questa sede in particolare è bene ricordare l’importanza di controllare la pressione delle gomme, qualunque esse siano. Il freddo tende a far sì che questa diminuisca: perciò tenetele controllate. E ancora: all’interno dell’officina sapranno sicuramente verificare la miscela di antigelo e acqua presente nel radiatore dell’auto. Il rapporto corretto permetterà di evitare che il liquido refrigerante nel radiatore si congeli. Pensiamo poi all’olio, dal momento che una lubrificazione corretta è determinante per la vettura: anche in questo caso il freddo cerca di metterci i bastoni fra le ruote. Le basse temperature infatti riducono l’efficacia dell’olio, il quale circolerà con maggiore difficoltà nel motore.

Attenzione ai freni

Infine è bene anche focalizzarsi sullo stato dei freni: attenzione dunque all’usura delle pastiglie e dei dischi, così come al livello dell’olio dell’impianto frenante. Così facendo si avrà sempre una risposta pronta e immediata ogni volta che con il piede si pigia sul pedale del freno.