Scuolabus: il decreto Scuola salva il servizio. Soddisfazione per la soluzione del caso da parte del Vicepresidente del Consiglio Regionale Fabio Carosso.

Scuolabus: il decreto Scuola salva il servizio

Come era emerso nelle settimane precedenti una sentenza della Corte dei Conti, in risposta a una richiesta del Comune di Biandrate, aveva ricordato che il trasporto scolastico non poteva godere dei fondi pubblici e che quindi le spese dovevano essere sostenute per intero dalle famiglie. L’allarme era più che motivato perché, alla fine, c’è voluta una norma di legge, inserita nel Decreto Scuola, per evitare questo ulteriore salasso nei confronti delle famiglie.

Sulla soluzione del caso interviene Fabio Carosso, Vicepresidente della Giunta regionale e assessore all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali.

“Grazie a Bussetti”

“Esprimo soddisfazione e ringraziamento al Governo e al Ministro Marco Bussetti, che ha inserito la norma nel primo provvedimento utile per l’inizio dell’anno scolastico, consentendo a Comuni e famiglie di poter continuare a organizzare il trasporto scolastico.

Leggi anche:  Fallimento Ifi: parlamentari Cinque Stelle da Di Maio

Ostacolo aggirato

Questo perché nel Decreto Scuola è contenuta la norma che chiarisce e supera la legge in vigore richiamata dalla delibera della Corte dei Conti, che pareva escludere qualsiasi discrezionalità per l’azione amministrativa dei Comuni sul trasporto scolastico.
Il decreto scuola sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale a partire dal 28 agosto, in tempo utile per l’avvio del nuovo anno scolastico.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE