Arrivo a Mantova per Marco Leone e virtualmente anche per tutti i fans che lo seguono lungo Via delle Terre d’Acqua.

CLICCA QUI E SEGUI TUTTO IL CAMMINO GRAZIE AL NOSTRO SPECIALE

Arrivo a Mantova

E’ arrivato in quel di Mantova Marco Leone nel suo cammino Via delle Terre d’Acqua cominciato lo scorso 13 maggio. Dunque un’altra bellissima avventura che Marco ci racconta, infatti, appena giunto alla meta non solo con le parole ma anche con fotografie.

La partenza IL VIDEO

La seconda tappa

Tra pioppi e cuculi FOTO E VIDEO

Tappa piena di sorprese IL VIDEO

Direzione Pavia

Arrivo a Pavia

Arrivo a Miradolo

Viadana, l’arrivo

Tappa spettacolare

La terra di cantanti e pittori

“Questa terra dunque ha qualcosa di affascinante di sottile, leggero… quasi impercettibile. Son convinto che se si attraversasse questo territorio in auto si rimarrebbe colpiti dalla monotonia dal piattume dal “nulla”. Fortunatamente un viaggio a piedi non è così. Mi piace pensare che la velocità vada di pari passo con la superficialità. A piedi si entra nel territorio, si vedono le piccole cose e spesso le piccole cose e i dettagli fanno la differenza. Questa è la terra di Ligabue, il pittore ma è anche la terra dei Nomadi, di Zucchero, di Vasco… di Ligabue dei Modena City Ramblers. Qui hanno girato un sacco di video e di film. Uno su tutti Radio Freccia . Qui si vive ancora il fiume, qui si parla di golene di argini maestri”.

Mattia, l’incontro

“La gente è un po’ strana, è gente di fiume. Dicono che sono un po’ matti, forse è per questo che mi ci trovo bene. Un grazie speciale a Mattia che mi ha incantato con i suoi racconti. Sì, un viaggio non è fatto di km, è fatto di volti di incontri… di storie. Oggi lascio San Matteo delle Chiaviche che come precisa Mattia “Non son le brutte ragazze son le chiuse”. Passo ancora una volta sul ponte di barche a Torre d’Oglio e poi via, salgo in groppa al serpentone”.
“Erica sente parlare della “Via delle terre d’acqua ” cerca su Facebook, mi contatta. Poi contatta Pamela che contatta Mattia che mi presta il camper per dormire ….troppo bello!!”.

Leggi anche:  Stagione Prosa Vercelli: cartellone fresco e innovativo

 

Il viaggio

“La scorsa notte acqua a catinelle e questa mattina, alla confluenza fra l’Oglio e il Po, era un incanto un velo di nebbia sul fiume sopra un sole argentato e km di silenzio, veramente bello. Poi giù verso Buscoldo, entro dal fornaio. Un tipo simpatico. Mi racconta di quando era piccolo e andava con il babbo a portare il pane nelle corti. Bello mi piace. Mangio quattro croissant e riparto. Adesso seguo una ciclabile che zigzagando. Arrivo alle porte di Mantova dove atterro verso le 12:15. Oggi tappa super corta, 27 km”.

Un giovedì da turista

Dunque domani, giovedì 24 maggio per Marco sarà una giornata di riposo e dedicata alla visita della città e dintorni, ovviamente a piedi.