Sinagoga Vercelli: VIDEO della cerimonia per i 140 anni. E’ una delle più belle d’Italia, inaugurata nel 1878.

Sinagoga Vercelli: VIDEO della cerimonia per i 140 anni

Il corno biblico che risuona sotto le arcate della Sinagoga di Vercelli, è stata un’emozione forte per i presenti, ebrei e non ebrei, prendere parte alla breve ma toccante cerimonia per i 140 anni del tempio israelitico di Vercelli. La Sinagoga di via Foa è una delle più grandi e belle non solo del Piemonte ma di tutta Italia. Venne inaugurata nell’autunno del 1878. In quegli anni, almeno per Vercelli e il Piemonte, i giorni dell’emarginazione degli ebrei erano lontani. La comunità forniva alla città professionisti, politici, intellettuali stimati ed apprezzati. L’erezione di un tempio così prestigioso era anche l’affermazione di un’integrazione forte.

Una storia di gioie e tragedie

Da quel giorno di festa è passata tanta storia, fino agli anni Trenta del Novecento continuò la parabola luminosa della nostra Comunità Ebraica, Poi, nel 1938, l’infamia delle Leggi Razziali e poi lo sterminio nazista. Dopo la guerra non c’era quasi più nessun ebreo in città. Negli anni successivi, lentamente, la Sinagoga andò degradandosi. Poi si è assistito a una rinascita del tempio: l’attuale presidente della Comunità Ebraica (che comprende anche Biella, Novara e Cusio Ossola) Rossella Bottini Treves l’ha restaurata, ed oggi è non solo agibile, ma tornata quasi allo splendore originale. Quando possibile è anche luogo se non di culto vero e proprio, di cerimonie, aperte a tutti, come la recente festa di Hannukah (Leggi il post relativo con video).

Leggi anche:  Festa Popoli 2019: rush finale della manifestazione

Una cerimonia che ha commosso i presenti

Domenica 16 dicembre 2018 due rabbini hanno officiato una breve cerimonia con canti liturgici della tradizione israelitica, una sorta di riconsacrazione dai profondi significati. Per gli ebrei certamente un momento di commozione e di comunione, per gli altri, credenti e non, la percezione di trovarsi comunque in un luogo sacro.

Erano presenti autorità cittadine a cominciare dal Prefetto, l’Arcivescovo persone legate alla Comunità Ebraica di Vercelli, esponenti della società cittadina. La Sinagoga era affollata per una cerimonia davvero suggestiva con i rabbini Rav Elia Enrico Richetti, rabbino di riferimento di Vercelli insieme con Rav Alberto Moshe Somekh di Torino che hanno intonato canti liturgici in ebraico per suggellare la ricorrenza dei 140 anni dall’edificazione. Insieme alla presidente della Comunità vercellese Rossella Bottini Treves non ha voluti mancare la presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni, a testimonianza dell’importanza che il tempio vercellese ha a livello italiano.

Incisivo il Prefetto di Vercelli Michele Tortora che ha detto: “L’antisemitismo si sta risvegliando in Europa, occorre vigilare, le conquiste democratiche non sono scontate”.

Nell’occasione è stato presentato anche il volume «1878-2018 Il Tempio Israelitico di Vercelli», che ripropone in ristampa anastatica il Discorso pronunziato dal Rabbino Maggiore Giuseppe Raffael Levi nella solenne inaugurazione del nuovo Tempio dell’Università Israelitica di Vercelli, con altri articoli, testi e poesie redatti per il solenne e storico evento.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE