Nuova rete museale tra Vercelli e Varallo. Sarà presentata a ottobre, nasce su impulso di Fondazione Crv e Compagnia di San Paolo.

Nuova rete museale tra Vercelli e Varallo

Nella foto la sala grande del Museo Borgogna a Vercelli.

Novità per i Musei di Vercelli e Varallo che si sono uniti formalmente in rete, creando Muvv, Musei di Vercelli e Varallo che comprende: Museo Borgogna, il Museo Leone, il Museo del Tesoro del Duomo e Archivio capitolare, la Pinacoteca e il Museo Calderini di Varallo. La presentazione ufficiale del progetto sarà il 1° di ottobre.

Il ruolo di Fondazione Crv e Compagnia S. Paolo

Il percorso verso il consolidamento della sinergia tra queste realtà culturali di eccellenza nasce per iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli e della Compagnia San Paolo, con lo scopo di valorizzare più efficacemente un patrimonio artistico, di conoscenze e di competenze di importanza primaria.

La collaborazione fra le due Fondazioni ha inoltre permesso di mettere a disposizione delle associazioni ed istituzioni culturali del territorio una professionalità che possa accompagnare e supportare i soggetti interessati a sviluppare le proprie competenze progettuali.

Un’alleanza per crescere

La Rete intende favorire la progettazione condivisa tra le istituzioni, l’aumento della visibilità delle singole realtà e del sistema complessivo, la valorizzazione territoriale in senso più ampio.

Leggi anche:  Torino e dintorni: musei gratis domenica 3 novembre

Dichiara il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, Dott. Fernando Lombardi: “Abbiamo sempre creduto nell’importanza dei Musei per il nostro territorio, ma non solo. Il nostro sostegno intende essere il riconoscimento per la loro costante volontà di crescita. Questo passo è solo la tappa di un percorso di miglioramento che rappresenta un’opportunità anche e soprattutto per il territorio e la collettività.
Lo sviluppo della Rete MUVV si fonda non solo sulla storica capacità di collaborazione fra le  istituzioni museali, ma anche sulla volontà di fare sinergia tra le istituzioni filantropiche: la nostra Fondazione ha trovato nella Compagnia di San Paolo un partner con il quale progettare l’investimento di risorse con una visione strategica.

L’evento del 1 ottobre non intende essere solo l’occasione per presentare ufficialmente alla comunità la rete MUVV: avremo ospiti di prestigio, che sveleremo in settembre, insieme ai quali vogliamo regalare a tutti – istituzioni, cittadini, studenti, e mondo dell’impresa – un momento di riflessione sul valore di arte e cultura e su quanto sia strategico investire su di esse”.