Musiche verso Natale

Musiche verso Natale

C’era tutto il pubblico che nel corso dell’anno segue le iniziative di “VercelliViva” giovedì 7 dicembre in San Cristoforo per il concerto “Vox Ecclesiae Cathedralis”. Protagonista la Cappella Musicale della Cattedrale. Presenti coro, solisti, strumentisti e il coro di voci bianche del “Collegio degli innocenti”, tutti diretti da mons. Denis Silano. La chiesa era stracolma. Dopo i saluti e i ringraziamenti del presidente dell’associazione avvocato Antonino Ruffino ha preso la parola il professor Angelo Fragonara che ha prima di tutto ricordato tre donne amiche dell’associazione scomparse quest’anno Anna Cerutti, colonna dell’archivio Capitolare, Lucia Pigino, storica esponente della Dc, e Cecilia Malinverni.

Il libro con l’opera del Colombano

Nel corso della serata è stato presentato il volume edito dalla casa editrice elvetica “Vox Antiqua” e curato da mons. Silano “Harmonia super vespertino psalmos” prima opera a stampa di un maestro della cappella eusebiana: Orazio Colombano (XVI secolo) riproposta in un’edizione moderna che ha visto la partecipazione sempre di “VercelliViva”. insieme alla Fondazione Crv e con il patrocinio del Comune.

Leggi anche:  Fritto Misto & Vasco: questa sera tributo a Caresana

E una parte di questa opera di musica sacra è stata anche eseguita, per la precisione il “bonus vir”.

Voci angeliche per elevare lo spirito

Le voci ben addestrate e le musiche del passato hanno riempito San Cristoforo, riflettendosi (è proprio il caso di dirlo) negli affreschi di Gaudenzio Ferrari più o meno coevi a gran parte del programma proposto. Un vero incanto che ha suggellato al meglio l’anno del Venticinquennale di VercelliViva.

Ma già all’orizzonte si profila un nuovo impegno, il CD con brani scelti sempre dall’archivio del Duomo. Nel vale certamente la pena per riascoltare più spesso una musica che eleva lo spirito e ci dice quanto Vercelli sia stata importante anche in questo ambito.

Ecco un breve frammento video del primo brano eseguito: “Hic est vere martyr” a 8 voci. L’audio non rende giustizia alla bellezza dell’esecuzione ma fa comprendere il livello musicale dell’ensemble.

ECCO L’ARTICOLO CON IL DETTAGLIO DEL PROGRAMMA E I CREDITI