Un programma ricco di eventi della tradizione e di tante novità per questa edizione 2019, organizzata dall’apposita “sezione” della Pro Loco di Santhià: “Antica Società Fagiuolesca”

Carnevale Storico di Santhià 2019: programma completo

Il Carnevale Storico di Santhià è organizzato tramite un’apposita “sezione” dell’Associazione Turistica Pro Loco di Santhià denominata “Antica Società Fagiuolesca”, come avviene (in forme e con nomi diversi) da tempi immemorabili.

Un po’ di storia

Del resto documenti rinvenuti presso l’archivio comunale attestano che già nei primi anni del Trecento a Santhià esisteva un’associazione giovanile laica (l’Abadia) che si occupava di organizzare balli e festeggiamenti in occasione del Carnevale. In tali scritti si fa riferimento al Carnevale santhiatese come a un avvenimento le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Documentata la prova di un “richiamo” (con relativa multa), indirizzato ai giovani dell’Abadia di Santhià, che vennero condannati, nel 1430, a pagare 25 soldi per aver condotto in chiesa “con la massima solennità, un asino ricoperto con abiti sacerdotali”. L’abitudine che qui viene descritta risaliva a tempi anteriori e veniva tollerata. Con l’avvento del Ducato sabaudo e degli Statuti cittadini, vennero introdotti vincoli per attenuare gli eccessi del “rovesciamento delle abitudini” tipico del periodo di Carnevale. Si ricorda questa circostanza come esempio del fatto che a Santhià il Carnevale, con le sue tradizioni e i suoi eccessi, era già allora un’abitudine consolidata. Del resto, su un documento del 1893, in possesso della Pro Loco, si legge che quell’anno si festeggiava l’ottavo centenario dell’Antica Società Fagiuolesca, il che permetterebbe di retrodatarne l’esistenza ad almeno il 1093.

Programma Carnevale

Dopo il Gran Galà delle Maschere di martedì 26 febbraio, e il successo del tradizionale Giobia Grass di giovedì 28, organizzato dai gruppi carnevaleschi dove si distribuiscono cibi e bevande. In quest’occasione inaugurata anche “La giostra del Carnevale”, mostra in occasione dei 90 anni di creazione delle maschere santhiatesi. La giornata di giovedì ha visto anche l’inizio del raduno dei camper, a cura della Compagnia degli Ottimisti che a questa mattina, sabato 2 marzo, erano già arrivati a 230 iscrizioni e si pensa di sforare il tetto dei 300. Da ieri, venerdì 1° marzo, iniziata anche la terza edizione di Carvè Street Food, lungo la Via del Gusto (Corso Nuova Italia), organizzato da Commercio Comune di Santhià, in collaborazione con FederEventi Piemonte, dove si potranno gustare le specialità delle tradizioni culinarie nazionali e internazionali.Visitabile ancora la Mostra della Cartapesta, dedicata ai protagonisti del Carnevale, al centro Durandi di via De Amicis, organizzata dalla Compagnia dell’Ottimismo.

Sabato 2 marzo 2019

Questa sera, sabato 2 marzo, Cerimoniale Carnevalesco e consegna delle Chiavi della Città da parte del Sindaco alle maschere Majutin dal Pampardù e Stevulin d’la Plisera con l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo; a seguire: “Proclama al popolo” di Stevulin e sfilata lungo le vie cittadine del Corpo Pifferi e Tamburi e delle Bande Cittadine. Dalle 18.30 apericena diffuso… Troverete un’apericena fantasioso presso ogni operatore di Street Food presente nella Via del Gusto e nei bar locali e alle 22 Veglione carnevalesco in maschera, con ingresso delle maschere ufficiali. Allieterà la serata l’Orchestra Alex Biondi Band, al Palacarvè La Stampa. Ingresso ad offerta.

Leggi anche:  Antonio Corona nel ricordo di Piera Mazzone

Domenica 3 marzo 2019

Primo Corso Mascherato alle 14,30 (Ingresso al circuito: 7,00 euro; per residenti e bambini di età inferiore ai 12 anni: ingresso gratuito) e la novità di questa edizione: Spettacolo Piromusicale alle 22 in piazza Aldo Moro. Alle 10 i gruppi e le bande cittadine sfileranno per le vie della città per accogliere l’arrivo di Gianduja. Sempre nella mattina consegna del premio Stevu-Majot che quest’anno sarà consegnato a un noto conduttore televisivo: Marco Columbro. Alle 23 Veglione carnevalesco con Dj Seven e Chiquitico – Concerto EXPLOSION, al Palacarvè La Stampa. Ingresso 10,00 euro.

Lunedì 4 marzo 2019

Colossale Fagiuolata e Secondo Corso Maschera. Il momento simbolo del Carnevale di Santhià si apre alle 5 del mattino con le “Sveglie” del Corpo Pifferi e Tamburi, che hanno il compito di destare i rappresentanti della Direzione che devono presiedere all’accensione dei fuochi con cui sarà preparata la Colossale Fagiuolata. A mezzogiorno in punto, grazie a 320 camerieri, verranno distribuiti gratuitamente alla popolazione 20 quintali di fagioli e 10 quintali di salami, per oltre 20.000 razioni.
Alle 16 Gran Ballo dei Bambini, allietato da Flavio e Laura, al Palacarvè. Ingresso: bambini gratuito; adulti 5,00 euro.
Secondo Corso Mascherato in notturna alle 20.45 e vede la partecipazione di carri e maschere appositamente illuminati. Ingresso al circuito: 7,00 euro; per residenti e bambini di età inferiore ai 12 anni: ingresso gratuito. Al termine la serata prosegue al Palacarvècon il Veglione carnevalesco in maschera, con lo spettacolo JUST 4 DEEJAYS. Ingresso 10,00 euro.

Martedì 5 marzo 2019

Giochi di Gianduja e Rogo del Babaciu. Si parte alle 10 con i Tradizionali “Giochi di Gianduja” per le vie di Santhià: tanti giochi risalenti al periodo medievale, a cui partecipano le varie Compagnie, sfidandosi tra di loro in una giornata all’insegna del divertimento.
Alle 14.30 terzo Corso Mascherato. Ingresso circuito: 5,00 euro; per residenti e bambini di età inferiore ai 12 anni: ingresso gratuito. Al termine la proclamazione dei vincitori delle varie categorie.
La cerimonia di chiusura del Carnevale, alle 22, si caratterizza per il tradizionale “Rogo del Babàciu”, un pupazzo appeso su una pira e bruciato in Piazza Maggiore. Tutta la popolazione assiste all’accensione del rogo che segna la fine del Carvè, fra il suono delle campane a lutto e le note di una marcia funebre, che si tramuta subito dopo poche note in una “monferrina” sfrenata, un ballo che segna il ritorno dell’atmosfera tipicamente allegra del Carnevale. Al termine, al Palacarvè La Stampa, premiazione dei vincitori delle varie categorie: consegna dei gagliardetti e del montepremi, alla presenza delle massime autorità Carnevalesche e Cittadine.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE