Vigliano Biellese: non si ferma all’alt dei Carabinieri. Arrestato sacrestano. Si è giustificato dicendo di aver avuto paura in quanto non aveva mai conseguito la patente di guida.

Vigliano Biellese: non si ferma all’alt dei Carabinieri. Arrestato sacrestano

In manette agricoltore di 26 anni dopo un lungo inseguimento concluso con un’uscita di strada. Come riporta ecodibiella.it. Quando la paletta dell’alt dei carabinieri di una pattuglia del Nucleo radiomobile si è abbassata inesorabile davanti al furgoncino, non ha trovato meglio da fare che premere sull’acceleratore e provare a scappare. Una reazione che è costata carissima a un agricoltore di 26 anni, di origini nigeriane, che lavora presso un agricoltore nella zona di Zumaglia. Il poveretto, comparso ieri per la convalida del fermo in tribunale, alla fine è stato arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Ieri, difeso dall’avvocato Cristian Conz, ha ottenuto la liberazione (e l’obbligo di firma) il processo verrà celebrato il 20 novembre. “Si è reso conto di aver commesso una sciocchezza – spiega a Eco l’avvocato Conz – tanto che anche durante l’udienza di convalida non ha trattenuto le lascrime. E’ un bravo ragazzo da tre anni in Italia, lavora per un agricoltore della zona, mi pare si tratti di un apicoltore”.

Leggi anche:  Operazione Bellavita: tre uomini arrestati - IL VIDEO

L’esperto conducente della “gazzella”, non ha avuto difficoltà a tallonare il furgone del fuggitivo che poco prima non si era fermato all’alt. Il giovane – stando al rapporto dei carabinieri – “avrebbe effettuato pericolose manovre che hanno messo a rischio l’incolumità degli altri utenti della strada”. Spiegherà poi di aver preso il furgone per andare a prendere i fedeli e portarli alla messa della chiesa pentecostale, a Vigliano Biellese, per l’impossibilità del suo  pastore, con il quale collabora facendogli da sacrestano.

I carabineiri hanno inseguito il furgone fino a quando il giovane alla guida, a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, ha perso il controllo del mezzo (nelle foto) che è uscito di strada ed è andato ad impattare contro la vegetazione lungo la strada provinciale 200 all’altezza del comune di Zumaglia. A quel punto il conducente è stato raggiunto dai militari che lo hanno arrestato.

Il giovane, di professione agricoltore e senza alcun precedente, si è giustificato dicendo di aver avuto paura in quanto non aveva mai conseguito, appunto, la patente di guida. La fuga gli costerà inoltre una pesante sanzione proprio per aver guidato un’auto senza patente.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE