La donna si è spenta, a 72 anni, nella sua abitazione di Stroppiana

Vercelli, Stroppiana e tutto il mondo radiofonico del nostro territorio dicono addio a Marina Zamara, la “voce storica” di Radio City. La donna si è spenta nel sonno, all’età di 72 anni, la scorsa notte (mercoledì 16agosto), nella sua casa di Stroppiana. Marina Zamara fu una delle “pietre miliari” dell’emittente vercellese, insieme a Mimmo Catricalà, Calro Flora, Maria Carla Bovio, Carola Villa e Franco Torchio. Curava innumerevoli trasmissioni, spaziando senza alcun problema, grazie alla sua profesionalità e alla sua passione, dalla musica allo sport, sino alla cronaca. Era nata a Torino e prima di stabilirsi nel Vercellese, aveva vissuto a Varallo Sesia. Poi, appunto, il “salto” a Vercelli e da 25 anni a Stroppiana, dove tutti le volevano bene e dove si era integrata alla perfezione nel tessuto sociale. Da tempo era uscita dalle scene radiofoniche, tranne che per qualche rimpatriata tra vecchi amici di quelli che furono gli anni ruggenti delle emittenti. Nel 2009, ad esempio, aveva organizzato con amore la festa per i 70 anni di Mimmo Catricalà, una festa indimenticabile che si svolse al lago di Salasco. All’inizio dell’anno Marina Zamara fu colpita da una tragedia familiare che ne ha minato l’esistenza. In un drammatico incidente stradale, sulla strada che da Caresana porta a Langosco, morì il figlio Maurizio. Lascia il marito Emilio Bassoli e i figli Marco, Chiara e Arianna. Il Santo Rosario verrà recitato oggi, giovedì 17 agosto, alle 18 a Stroppiana mentre i funerali si svolgeranno domani, venerdì 18 agosto, alle 15 nella chiesa parrocchiale del paese della Bassa Vercellese.