Vercellese arrestato per botte alla moglie. Dalla Squadra Mobile di Novara dopo indagini in seguito alla denuncia della compagna.

Vercellese arrestato per botte alla moglie

Come riporta novaranetweek.it Nel pomeriggio di venerdì 21 giugno, agenti della Polizia di Stato di Novara hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di maltrattamenti in famiglia commesso, nei confronti della moglie, da un uomo, pregiudicato, residente a Vercelli, classe 1972, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine per reati inerenti agli stupefacenti e contro la persona.

Le indagini

L’arresto è arrivato dopo un’indagine della Squadra Mobile di Novara a seguito della denuncia sporta dalla moglie del pregiudicato vercellese, la quale, esasperata, a causa delle penose condizioni di vita a cui era sottoposta, ha deciso di scappare dalla casa coniugale e di rivolgersi ad un centro antiviolenza e alla Polizia di Stato di Novara.

L’uomo assumeva sostanze stupefacenti ed ha sottoposto ripetutamente la compagna con violenze fisiche e psicologiche: a subire insulti, schiaffi e con gravi e ripetuti episodi di umiliazione. Inoltre la asfissiava con la sua gelosia e un vero e proprio stalking telefonico.

Leggi anche:  Tenta furto in un bar: arrestato dai Carabinieri

Tante le prove a carico

L’attività d’indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Novara, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vercelli, è consistita, nell’immediatezza dei fatti ed in un ristrettissimo lasso di tempo, nell’acquisizione di numerose fonti di prova che hanno consentito di ricostruire un gravissimo e preciso quadro indiziario nei confronti dell’uomo tale non lasciare alcun dubbio al Giudice. L’uomo si trova in carcere a Vercelli

Altri dettagli su novaranetweek.it

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE