Ucciso a coltellate: il giovane arrestato per l’omicidio ha affidato ai social network le sue parole dopo l’accaduto.

Ucciso a coltellate

Questa notte Yoan Leonardi, di 23 anni, è stato ucciso a coltellate nei pressi di una discoteca di Borgo Ticino. Per l’omicidio è stato arrestato il suo coetaneo Alberto Pastore. Ma prima il giovane ha pubblicato un post su Facebook  e una “story” su Instagram in cui afferma di «avere fatto una c…ata». Lo riporta Novara Netweek.

Su Facebook

«Voglio scusarmi con tutti, ho fatto una c…ata per amore, ho scoperto troppe cose dal mio migliore amico, non potevo continuare in questo modo, sono stato preso in giro…». Inizia così il post-confessione pubblicato su Facebook da Alberto Pastore. «Nella mia vita ho commesso troppi errori e il mio errore più grande è questo». Il giovane prosegue rivolgendosi ai suoi familiari e agli amici, dicendo loro che gli mancheranno.

Su Instagram

Il video pubblicato fra le “story” di Instagram è stato girato in macchina e il 23enne non si vede in volto. Anche qui il giovane ribadisce: «Ho fatto una c…ata e adesso sto pensando a come suicidarmi perché non potrò mai vivere con questa cosa che mi tormenterà». «Adesso non so se Yoan ci sarà ancora – afferma anche – ma il mio obiettivo era quello di far vedere alla gente che per amore non bisogna mai intromettersi nelle faccende altrui. Anzi, è meglio pensare a sé stessi e farsi la propria vita senza tenere nascosto tutto al proprio migliore amico».