Truffatori web. Cinque denunciati per truffe perpetrate su siti di affari online

Truffatori web smascherati dai Carabinieri

I Carabinieri di Trino hanno denunciato in stato di libertà C.C., 36enne, H.K., 69enne di origine albanese ed R.D., 66enne. Sono tutti  residenti in provincia di Bari e tutti gravati da pregiudizi penali per reati contro la persona e il patrimonio. I tre sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di truffa. Sviluppando le indicazioni fornite in sede di querela da un 35enne trinese, i militari hanno raccolto elementi attestanti la responsabilità penale dei tre. Il fatto risale al 7 gennaio scorso ed è avvenuto tramite il sito “subito.it”. I denunciati avevano pubblicato un annuncio relativo alla vendita di una coppia di pinze frenanti, per l’acquisto delle quali l’ignaro trinese aveva versato un acconto di 100 euro, senza ricevere poi la merce e senza poter più rintracciare il venditore che nel frattempo si era reso irreperibile.

Un caso anche in Valsesia

I Carabinieri di Scopa hanno deferito in stato di libertà la 47enne V.Z. ed il 45enne D.F., residenti a Torino e gravati da pregiudizi penali per reati contro la persona ed il patrimonio. I due sono ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di truffa. I militari, sviluppando le indicazioni fornite in sede di denuncia da un 66enne residente in Varallo, hanno raccolto elementi di prova contro i due che avevano fittiziamente messo in vendita una bicicletta elettrica attraverso un’inserzione sul sito “subito.it”. I due torinesi avevano ricevuto dalla vittima il versamento di un acconto sulla carta Postepay, senza però provvedere alla spedizione del prodotto e rendendosi irreperibili.