Truffatori fermati e cacciati dalla Polizia. Grazie alle segnalazioni dei cittadini denunciati ed espulsi dalla città.

Truffatori fermati e cacciati dalla Polizia

Nella mattinata di giovedì 19 luglio, la Squadra Mobile della Questura di Vercelli è stata allertata da una segnalazione di un cittadino. L’uomo, mentre usciva dal proprio palazzo, aveva visto entrare un individuo sospetto, visibilmente agitato e totalmente sconosciuto.

L’estraneo, cinquantenne, di bassa statura e di corporatura robusta, indossava una maglia di colore blu con righe di colore rosso e bianco.

Poco dopo è stato notato un altro cinquantenne, mai visto prima, nei pressi del palazzo, suonava ai citofoni ed aveva una borsa porta computer in mano.

Il venditore del “Folletto”

Il commerciante di un vicino negozio si avvicinava all’uomo chiedendogli chi stesse cercando. Questi asseriva di essere un venditore del “Folletto”, ance lui agitato.

Subito dopo si è allontanato precipitosamente lungo la via.
Dopo alcune decine di metri ed essersi messo al telefono, il soggetto incontrava un terzo individuo con il quale si dileguava.

Leggi anche:  Alpe di Mera: donna in codice giallo a Novara

Gli uomini della Squadra Mobile si sono subito attivati e hanno sorpreso i tre dentro un’autovettura seguita e successivamente fermata.
Dai primi accertamenti gli occupanti risultavano gravati da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio.

Il veicolo è stato sottoposto a perquisizione. Ritrovati passamontagna, guanti e numerosissimi attrezzi atti allo scasso.

Identificati, denunciati e rimandati a Torino

In Questura i malviventi sono stati denunciati per porto di armi od oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli. Erogato il foglio di via per respingerli a Torino, dove risiedono.

Segnalare sempre i movimenti sospetti

La morale di questa vicenda è sempre la stessa: non aprire a nessuno ed avvertire le forze dell’ordine di ogni movimento sospetto. Se poi tutto risulta a posto nessuno vi verrà mai a rimproverare. Il controllo del territorio è un compito che anche tutti noi possiamo svolgere.

Questo e altri episodi simili negli ultimi mesi stanno a segnalare che le campagne di informazione e prevenzione messe in atto in particolare dalla Questura stanno dando i loro frutti.