Truffa online: due napoletane colpiscono a Desana. Classico “bidone”, offrivano una videocamera a prezzo affare, intascato l’accredito sulla poste pay si sono eclissate.

Truffa online: truffatrici napoletane colpiscono a Desana

E’ una storia che purtroppo si ripete spesso quando si acquista da privati on-line.

Una donna 30enne vercellese e il suo compagno, aveva visto su un portale di annunci (kijiji.it) una videocamera in offerta che sembrava un affare. Contattato il numero indicato nell’annuncio hanno parlato con una persona  che sembrava molto preparata sul tema.

Con termini appropriati ha assicurato i compratori circa il valore della merce offerta.

Convinti della bontà dell’offerta i due hanno pagato 300 euro con accredito su una carta poste-pay.

L’amara sorpresa e le indagini

Dopo alcuni giorni però della videocamera nessuna traccia. Poi la scoperta che utenza telefonica e carta postepay erano state chiuse.

E’ a questo punto che sono entrati in gioco i carabinieri della stazione di Desana. I militari, dopo gli accertamenti di rito hanno scoperto che all’origine della truffa c’erano A.D., 29enne e P.F., 49enne, gravata da vicende penali per reati contro il patrimonio, entrambe residenti in provincia di Napoli. Le due sono state denunciate per il reato di truffa in concorso.

Leggi anche:  Asl VC precisa sul neonato morto dopo il parto

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE