Triplice deferimento durante controlli alla stazione di Santhià. E’ successo nella giornata di ieri, mercoledì 13 novembre, a partire dalle 17,30 circa.

Triplice deferimento durante controlli alla stazione di Santhià

I carabinieri della stazione di Santhià hanno deferito tre persone per possesso di armi ed oggetti atti ad offendere e per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, tutte identificate presso la locale stazione FF.SS.

Verso le 17.30 di ieri, mercoledì 13 novembre, in seguito a una richiesta di intervento al 112 da parte di una donna che richiedeva aiuto asserendo di essere seguita dall’ex. La pattuglia dei Carabinieri della stazione di Santhià si portava presso la stazione ferroviaria ove constatava la veridicità della comunicazione. Sul posto la donna stava cercando di prendere il treno ed aveva in mano una valigia ove aveva riposto le sue cose. Asseriva di aver troncato una relazione sentimentale con un soggetto del posto che, tuttavia, non aveva accettato la sua decisione e la stava seguendo, cercando di dissuaderla. Effettivamente poco distante, nel piazzale della stazione ferroviaria, ella indicava la persona che stazionava a bordo di un’autovettura. I carabinieri provvedevano a far salire la donna sul treno per Biella eppoi procedevano al controllo del soggetto, risultato già noto alle forze dell’ordine in quanto gravato da numerosi precedenti penali, tra cui maltrattamenti contro un’altra ex. Lo stesso appariva alquanto nervoso e quindi i carabinieri decidevano di sottoporlo a perquisizione. Nel vano porta oggetti dell’auto, i militari rinvenivano un coltello che veniva posto sotto sequestro. F.G. 45 enne veniva accompagnato in caserma deferito per porto illegale di armi ed oggetti atti ad offendere. Successivamente riaccompagnato all’auto i Carabinieri notavano che da un treno proveniente da Torino scendeva un soggetto che alla vista della vettura militare, assumeva un atteggiamento sospetto, aumentando il passo, per cercare di allontanarsi velocemente. I Carabinieri decidevano di procedere alla sua identificazione, durante la quale esso appariva molto nervoso, tant’è che veniva sottoposto a perquisizione. Nello zaino, gli operanti rinvenivano un coltello a serramanico che veniva sequestrato al 35 enne di Santhià che è stato deferito anch’esso per porto illegale di armi ed oggetti atti ad offendere. Anche in questo caso i carabinieri provvedevano a riaccompagnare la persona al parcheggio della stazione ferroviaria ove il 35 enne aveva lasciato la propria autovettura. In questa terza circostanza, i Carabinieri notavano la presenza di un ragazzo di colore che alla vista dei militari cercava di allontanarsi rapidamente. Inseguito a piedi veniva bloccato dopo poco ed identificato per un 22 enne profugo nigeriano alloggiato in una comunità vercellese, che a seguito della perquisizione personale risultava occultare nelle parti intime 53 grammi di stupefacente del tipo marijuana (sequestrata). Lo stesso è stato deferito per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti alla Procura della Repubblica di Vercelli.

Leggi anche:  Grave frontale: un ferito in codice rosso

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE