Tenta il suicidio e picchia i poliziotti che lo salvano. Agitato intervento della Polizia per salvare un uomo che minacciava di gettarsi giù dal ponte del Sesia.

Tenta il suicidio e picchia i poliziotti che lo salvano

Nella scorsa notte una barista ha chiamato la Questura perché un cliente, dopo aver bevuto parecchio, ha manifestato l’intenzione di togliersi la vita, dirigendosi poi al ponte del Sesia. Subito sono andati sul posto una pattuglia della Squadra Volante ed una della Polizia Stradale.

Un uomo sul parapetto del ponte

Gli agenti hanno notato un uomo seduto sul parapetto del fiume che, in evidente stato di ebbrezza, dichiarava la volontà di porre fine alla sua vita.

Gli Agenti hanno cercato di non farsi scorgere, per non allarmare ulteriormente l’uomo ma, lo stesso, accortosi della loro presenza, ha iniziato ad urlare che al primo passo si sarebbe lasciato cadere nel fiume.

Scatta il salvataggio

A questo punto uno degli operatori ha cominciato a dialogare con l’individuo sconvolto, cercando di dissuaderlo dal compiere il gesto estremo ma, dati gli scarsi risultati raggiunti, il secondo operatore della Squadra Volante, coadiuvato da un equipaggio della Polizia Stradale, approfittando di un attimo di distrazione dell’uomo, è riuscito ad afferrarlo e a tirarlo giù dal parapetto.

Leggi anche:  Santhiatese morso da un pitbull aggressivo

Una folle resistenza

Innervosito dall’intervento degli Agenti, l’uomo ha opposto resistenza, colpendo i poliziotti con calci e pugni.  Tanto che gli stessi lo hanno dovuto immobilizzare un soggetto che, in preda alla rabbia ed ai fumi dell’alcol, continuava a non essere per nulla collaborativo mettendo a repentaglio la sua stessa salute.

Alla fine il mancato suicida si è calmato e gli agenti hanno contattavano il 118 per farlo accompagnare l’uomo in ospedale anche per la valutazione di eventuali percorsi psicologici di assistenza allo stesso.