Sinti vercellese arrestato con oro, 33.000 euro e una pistola. Era ricercato dopo una condanna definitiva a 6 anni e mezzo di carcere.

Sinti vercellese arrestato con oro, 33.000 euro e una pistola

Come riporta novaranetweek.it Un 48enne di origine “Sinti”, residente a Lenta era stato condannato in via definitiva dal Tribunale di Varesen per una serie di furti in abitazione ed ai danni di anziani, si era dato alla latitanza dalla fine del 2018 dovendo scontare una pena di sei anni e mezzo di carcere.

Era da alcuni mesi che gli investigatori erano sulle sue tracce ed alla fine è stata individuata l’area dove aveva parcheggiato il proprio camper e viveva con la moglie. All’alba i carabinieri hanno rapidamente circondato il luogo, catturando e ammanettando il ricercato poi tradotto in carcere per espiare la pena.

Il bottino nascosto

Le sorprese sono poi venute dalla successiva perquisizione del mezzo ove l’uomo dormiva: infatti, occultata in un incavo nascosto, é stata rinvenuta una pistola calibro 6,35 con 40 cartucce, risultata provento di un furto in abitazione del 2018 in provincia di Milano, oltre a 33.000 euro in contanti, orologi di marca e vari monili in oro di notevole pregio.
Sono in corso accertamenti finalizzati a stabilire la provenienza degli altri oggetti, posti sotto sequestro.

Leggi anche:  Droga, blitz dei carabinieri all'Istituto Calamandrei

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE