Sesia e Po prossimi al livello di guardia. Previsto allagamento delle zone golenali, chiesto ai comuni di applicare i piani di protezione civile.

Sesia e Po prossimi al livello di guardia

Il Centro Regionale di Coordinamento Tecnico-Idraulico (Protezione civile della Regione Piemonte, Centro funzionale Arpa Piemonte, Agenzia Interregionale per il fiume Po) hanno comunicato alla Prefettura e alla Provincia di Vercelli che il fiume Sesia nel tratto a valle dell’ingresso in pianura è prossimo al livello di guardia e determinerà l’interessamento delle aree golenali.

Alla luce dell’evoluzione dell’evento meteoidrologico in atto, caratterizzata da un ulteriore innalzamento dei livelli idrometrici, il CRTCI chiede ai due enti e ai Comuni rivieraschi di applicare le misure cautelari previste nelle proprie pianificazioni di Protezione civile, con particolare riferimento all’attivazione dei Centri di comando e controllo ed alla sorveglianza dei punti critici del territorio.

La situazione a Vercelli alle ore 16 – video


Il livello del fiume al ponte stradale è in aumento, sono state ricoperti tutti gli isoloni di ghiaia, al momento siamo bene al di sotto dei livelli veramente critici ma le previsioni fanno ritenere che ci si avvicinerà notevolmente.

Leggi anche:  Si aggrappano al treno in partenza: denunciati

Inoltre, l’AIPo prevede che nelle prossime 24 ore il livello del Po raggiungerà livelli di “criticità ordinaria” (superamento della prima soglia di criticità) nel tratto piemontese tra gli idrometri di San Sebastiano e Casale Monferrato e di “criticità moderata” (superamento della soglia 2) all’idrometro di Valenza Po per effetto del consistente apporto del fiume Sesia. Pur con un incremento dei valori, al momento la situazione rimane di “criticità assente” sulla restante parte dell’asta del Po.