Scandalo tempio crematorio: il generale Garofano incontra le famiglie. Maxi assemblea a Biella con l’ex carabiniere dei Ris promossa da Codacons.

Scandalo tempio crematorio: il generale Garofano incontra le famiglie

Nella foto il tempio crematorio il giorno del blitz delle forze dell’ordine.

Come riporta laprovinciadibiella.it oltre 200 famiglie potenzialmente coinvolte nello scandalo del tempio crematorio di Biella hanno incontrato l’ex generale dei carabinieri, e ora consulente Codacons, Luciano Garofano.

Un incontro che doveva restare riservato ed invece è trapelato, anche perché con così tante persone coinvolte è stata affittata una sala di “Città Studi” a Biella, per tenerle tutte.

Riserbo sui contenuti

Il super consulente, che in passato ha comandato il reparto dei Ris, è arrivato a Biella nel tardo pomeriggio di martedì 11 dicembre. Bocche cucite, ovviamente, per quanto riguarda i contenuti dell’incontro. E’ facile immaginare, però, che Garofano, già esperto dei Ris, abbia illustrato ai presenti che genere di esami, accertamenti e riscontri scientifici possono essere effettuati nell’ambito delle indagini  per provare a scoprire eventuali irregolarità verificatesi durante la cremazione del defunto.

Leggi anche:  Vandali in azione nel centro storico

Questo perché dopo le racappriccianti scoperte (cadaveri fatti a pezzi, ceneri mischiate, ecc…) dell’inchiesta sul tempio crematorio biellese viene messa in discussione la regolarità anche di cremazioni non direttamente coinvolte nell’inchiesta.

Altri dettagli su laprovinciadibiella.it