Ruba la catenina a un 18enne e viene sorpreso con un taglierino in tasca: denunciato.

Ruba la catenina

I Carabinieri della Stazione di Trino hanno deferito in stato di libertà un 23enne, residente in provincia di Alessandria, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, perché ritenuto responsabile di furto con destrezza e porto di oggetti atti ad offendere. L’episodio è avvenuto la sera di domenica 23 giugno, a Trino, a pochi passi dal Municipio. Un 18enne del luogo era stato avvicinato da un ragazzo, apparentemente dai modi simpatici,
con il quale aveva iniziato a scambiare qualche chiacchiera. Ad un certo punto, nel corso del dialogo il 23enne ha distratto la vittima e, improvvisamente, ha allungato un braccio verso di lui, battendogli il palmo della mano sul petto. Il gesto, apparso del tutto innocente in un primo momento, si è invece rivelato strumentale a “far sparire” la catenina dal collo della vittima.

I carabinieri

Accortosi del furto, il 18enne ha richiesto l’intervento di una pattuglia di Carabinieri che stava svolgendo servizio in occasione della sfilata dei carri allegorici. Ai militari ha raccontato l’accaduto e indicato il giovane, che è stato immediatamente raggiunto e bloccato. Le informazioni e le testimonianze raccolte dai Carabinieri dalle persone vicine, hanno consentito di ricostruire l’accaduto e di riscontrare che i fatti si erano effettivamente svolti come dichiarato dalla vittima. Pertanto, il 23enne è stato perquisito. Nelle sue tasche i militari hanno trovato un taglierino con una lama di 13 centimetri, subito sequestrato, ma nessuna traccia della refurtiva. Il 23enne, infine, è stato deferito in stato di libertà per furto con destrezza della catenina e per porto di oggetti atti ad offendere.