I militari della Stazione Carabinieri di Stroppiana hanno arrestato C.D., 24enne, residente in Caresana, gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, la persona ed in materia di stupefacenti, perché ritenuto responsabile di furto, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nel corso della mattinata di lunedì 12 marzo, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Stroppiana si è recata presso l’abitazione di un 51enne, titolare di un’azienda agricola di Caresana, che ne aveva richiesto l’intervento perché aveva trovato aperto un cancello carraio della propria tenuta e temeva che si fossero introdotti dei ladri. Poiché l’imprenditore aveva denunciato solo il giorno precedente alla Stazione Carabinieri di Stroppiana di aver subito nei giorni scorsi diversi furti di gasolio dal serbatoio del suo trattore, i militari, che avevano già effettuato primi accertamenti grazie alle informazioni assunte in denuncia e nutrivano sospetti su una persona residente poco distante, hanno effettuato un sopralluogo in un cortile vicino all’impresa agricola, rinvenendovi, occultate sotto ad alcuni stracci, 6 taniche piene di gasolio.

Pertanto, uno dei Carabinieri è rimasto a guardia delle taniche, mentre il collega avviava le ricerche del proprietario dell’abitazione.

Leggi anche:  Incidente mortale nella notte, muore un 63enne

Dopo solo pochi minuti, il 24enne rincasava ed iniziava a spostare le taniche all’interno della sua abitazione ma, quando il militare ha tentato di fermarlo, l’uomo ha inforcato una bicicletta fuggendo.

La fuga è durata pochissimo, l’uomo è stato raggiunto dall’auto di servizio e, in un ultimo disperato tentativo di dileguarsi, ha abbandonato la bici cercando la fuga a piedi, ma è stato bloccato dai Carabinieri. Ne è quindi nata una breve colluttazione nella quale uno dei due militari è rimasto lievemente contuso.

La refurtiva contenuta nelle sei taniche è stata sequestrata.

Nel corso della perquisizione della casa dell’arrestato, i Carabinieri hanno inoltre rinvenuto diversi oggetti, tra cui bigiotteria, dei quali il 24enne non è stato in grado di fornire la provenienza e sui quali sono in corso accertamenti.