Resiste ai carabinieri e fa una scenata: arrestato. Extracomunitario con precedenti dà in escandescenze per una perquisizione.

Resiste ai carabinieri e fa una scenata: arrestato

I carabinieri della stazione di Serravalle Sesia hanno arrestato un extracomunitario per resistenza e violenza a P.U.

Alcuni mesi fa, un giovane del posto si era rivolto ai carabinieri di Serravalle Sesia lamentando il furto del proprio telefonino. Dopo le indagini si era scoperto che l’apparecchio telefonico era in uso ad una persona dimorante nello stesso centro che aveva sostituito la scheda telefonica e continuava ad utilizzarlo.

Alla ricerca del telefonino

Veniva richiesta l’emissione di un decreto di perquisizione alla ricerca del telefonino.

Ottenuto il decreto, nel pomeriggio martedì 22 ottobre, i carabinieri sono andati all’abitazione del presunto utilizzatore, allo scopo di ricercare l’apparecchio telefonico. L’extracomunitario, tuttavia, non era presente in casa e quindi i carabinieri l’hanno cercato sul posto di lavoro.

Minaccia di farsi male

L’extracomunitario, con precedenti penali di varia natura, era uscito dal carcere da pochi mesi ed aveva nel frattempo trovato un’occupazione ma, la presenza sul luogo di lavoro dei carabinieri lo ha indispettito al punto che, giunto innanzi alla propria abitazione, preso da un improvviso raptus da eccessivo nervosismo, estraeva da un anfratto un grosso cacciavite minacciando i militari di procurarsi delle lesioni, per poi, brandendolo con fare minaccioso, spostarsi in strada dove ha inscenato un’azione di follia.

Leggi anche:  Si aggrappano al treno in partenza: denunciati

I carabinieri sono riusciti a fatica a disarmare l’esagitato, dichiarandolo in stato di arresto per resistenza e violenza a P.U..

L’arrestato, 30 enne è stato poi tradotto in carcere e nella mattina di mercoledì 23 ottobre è stato processato per direttissima.

L’arresto è stato confermato e l’uomo è stato confinato agli arresti domiciliari.

La perquisizione locale presso l’abitazione del soggetto, tuttavia, non ha permesso di rinvenire il telefonino rubato.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE