Ragazza muore impiccata mentre scavalca la recinzione di casa. La tragedia è accaduta a Loranzè, questa mattina, domenica 3 novembre, alle 9.

Ragazza muore impiccata mentre scavalca la recinzione di casa

Ragazza muore impiccata rimanendo impigliata nella rete metallica della recinzione di casa per non svegliare la sorella, come riporta ilcanavese.it.

Risveglio tragico e choccante per una famiglia di Loranzé. Una ragazza di soli 18 anni nel tentativo di scavalcare la recinzione di casa è rimasta infilzata nella rete metallica della recinzione di casa. Non appena ci si è accorti del drammatico incidente è scattata la chiamata al 118 che nonostante l’arrivo rapido nell’abitazione di Loranzé non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Indagano i carabinieri

Sul luogo sono giunti i carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica di quella che appare una tragica disgrazia. La studentessa nel tentativo di rientrare a casa, dopo una serata trascorsa in discoteca, per non fare rumore e svegliare la sorella con cui viveva, ha deciso di scavalcare la rete di recinzione della casa. Purtroppo, però, nel mentre stava per scendere all’interno della proprietà il maglioncino che indossava si è impigliato nella rete metallica della struttura. Il tutto, proprio all’altezza del collo. La ragazza, appena 18enne, non è riuscita a liberarsi dalla presa dell’indumento e sarebbe morta per asfissia.

Leggi anche:  Scatola nera taroccata: camionista nei guai

A rinvenire il cadavere della ragazza, la sorella con cui viveva nella casa di Loranzé dove è avvenuta la tragedia. Sono in corso i corso da parte Carabinieri attesa medico legale.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE