Neonato morto dopo il parto in casa. Nella notte tra mercoledì e giovedì in Valsessera, inutile il volo con l’elisoccorso a Torino, aperta un’indagine.

Neonato morto dopo il parto in casa

Come riporta notiziaoggi.it di Borgosesia un bimbo appena nato è morto nella notte tra mercoledì 7 e giovedì 8 agosto.

Tragedia in Valsessera

La tragedia è accaduta in Valsessera, a Caprile, dove vivono i due genitori. L’allarme è scattato mercoledì notte poco dopo le 2: il bimbo è venuto alla luce in casa, ma la situazione è apparsa subito critica.

Mamma e bimbo sono stati soccorsi dal personale sanitario del 118: vista la situazione, il bambino è stato portato a Pray e poi a Torino con l’elicottero per un estremo tentativo di rianimazione. Ma non c’è stato nulla da fare. Sul fatto, come sempre accade in questi casi, è aperta un’indagine della magistratura per far luce sulle cause della tragedia.

La nota dell’Asl VC

In merito si è espressa anche l’Asl vercellese con la seguente nota.

Leggi anche:  Incidente sulla tangenziale nord: due auto coinvolte

“In merito al caso del decesso di un neonato a seguito di parto in casa come Asl Vercelli forniamo le informazioni in nostro possesso.
La signora  è stata seguita nel corso dei mesi di gravidanza presso il nostro ospedale di Borgosesia effettuando tutti gli esami previsti e realizzando anche 7 giorni fa il bilancio di salute: si tratta di una procedura che consente la preparazione di tutta la documentazione clinica in previsione del parto. Noi attendevamo la signora per il parto, ma come ospedale non siamo stati contattati in alcun modo e la signora non si è mai presentata.
Ribadiamo l’impegno e lo sforzo organizzativo che l’Asl di Vercelli ha profuso in questi mesi per il mantenimento di un punto nascita che possa essere un riferimento sicuro per tutte le donne che devono partorire in Valsesia.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE