‘Ndrangheta e corruzione: arresti anche in Piemonte. Le province di Alessandria, Asti, Torino e Novara sono  coinvolte nella vasta operazione che dall’alba è in corso fra la Lombardia e il Piemonte.

‘Ndrangheta e corruzione: arresti anche in Piemonte

Diversi politici arrestati, tra cui Pietro Tatarella e Fabio Altitonante di Forza Italia.

Persino il governatore della Lombardia Attilio Fontana vittima di tentata corruzione. Ben 95 indagati, 43 misure cautelari, 12 delle quali in carcere. Questo l’esito della maxi operazione partita all’alba dalla Lombardia e ramificatasi anche in altre regioni. Nei guai anche diversi politici, fra loro Pietro Tatarella candidato di Forza Italia alle Europee e Fabio Altitonante sottosegretario in Regione e consigliere comunale a Milano.

Le accuse

Le accuse: associazione per delinquere aggravata dall’aver favorito un’associazione di tipo mafioso, e finalizzata al compimento di plurimi delitti di corruzione, finanziamento illecito ai partiti politici, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, false fatturazione per operazioni inesistenti, auto riciclaggio e abusi d’ufficio.

Leggi anche:  A4 tra Santhià e Carisio: riaperta una corsia

Sono 43 le persone arrestate per associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e alla turbativa d’asta, tra cui esponenti politici, amministratori pubblici e imprenditori. Tra questi spiccano Pietro Tatarella candidato di Forza Italia alle Europee per associazione a delinquere e Fabio Altitonante sottosegretario in Regione, per corruzione.

L’operazione scattata all’alba

Dalle prime luci dell’alba, 250 militari dei Comandi Provinciali della Guardia di Finanza di Varese e dei Carabinieri di Monza Brianza, con il supporto dei reparti territorialmente competenti, sono coinvolti nella maxi operazione che riguarda le province di Milano, Varese, Monza e della Brianza, Pavia, Novara, Alessandria, Torino e Asti.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE