Munizioni abusive: nei guai un 26enne di Stroppiana. Trovate 150 cartucce a palla unica che non erano state denunciate come da legislazione vigente.

Munizioni abusive: nei guai un 26enne di Stroppiana

Nelle foto le cartucce sequestrate e i carabinieri della stazione di Stroppiana.

Non è la prima volta che qualcuno finisce nei guai perché non denuncia il possesso di munizioni da caccia. Quesra volt5a è toccato a un 26enne di Stroppiana. Nel pomeriggio di ieri, 27 novembre 2019, infatti, i carabinieri della stazione di Stroppiana hanno proceduto ad un controllo per verificare la corretta detenzione di armi e munizioni presso l’abitazione del giovane.

Nel corso del controllo i militari hanno accertato che deteneva 150 cartucce da caccia, a palla unica (non a pallini), mai denunciate che venivano poste sotto sequestro, unitamente alle armi detenute legalmente.

Segnalato per la revoca della detenzione di armi

Il 26 enne è stato deferito per detenzione abusiva di munizionamento alla Procura della Repubblica di Vercelli e segnalato alla Questura per la revoca della detenzione delle armi.

Leggi anche:  La bottega dei Taser: arrestato un vercellese per importazione illegale di armi

I Carabinieri del Vercellese stanno procedendo in queste “ispezioni” presso chi ha denunciato il possesso di un’arma e dunque occorrerà mettersi in regola, se già non lo si è.

Per altre informazioni su quest’obbligo leggi: Deteneva munizioni abusive: deferito dai Carabinieri

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE  NOTIZIE