Marito violento: donna salvata dalla Polizia. La signora al sicuro in una residenza protetta, l’uomo ammonito per le percosse alla moglie.

Marito violento: donna salvata dalla Polizia

Leggi anche: Picchia la moglie nel giorno della Festa della Donna: arrestato

Il 7 gennaio scorso la Polizia di Stato ha notificato un provvedimento di ammonimento orale ad un cittadino di origine peruviana, residente a Vercelli, responsabile di violenza domestica nei confronti della moglie convivente.

I fatti

I fatti risalgono già al 28 dicembre. Una donna di 36 anni, di origine cubana, si era recata presso il Pronto Soccorso dell’ Ospedale “Sant’Andrea”, riferendo di essere stata percossa dal marito in una lite. Le botte le avevano procurato un trauma cranico e la frattura delle ossa nasali. Lesioni giudicate guaribili in 20 giorni.

La donna in quel frangente non ha sporto denuncia. Tuttavia la Divisione Polizia Anticrimine ha contattato telefonicamente la signora, che veniva informata di tutte la possibilità di supporto, anche psicologico.

Leggi anche:  Animali feriti: gallina presa a calci e cane infilzato.

L’epilogo il 6 gennaio, finalmente la signora ha avuto il coraggio di fuggire, trovato aiuto dalla Questura, dove si è recata in stato di prostrazione, per evitare altre botte. La Polizia l’ha avviata ad una residenza protetta. Mentre per il marito violento ha emesso un provvedimento di ammonimento orale in via d’urgenza.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE