Insultata dai magrebini la ragazza che in una lettera ha scritto che il leghista “non è razzista”.

Insultata dai magrebini suoi connazionali

Una serie di ingiurie allucinanti scritte su facebook a commento di un articolo del sito magrebini.com. E’ stata insultata dai suoi connazionali la giovane barista che ha deciso di scrivere una lettera a difesa di Gianpiero Borzoni, l’ex segretario cittadino della Lega Nord querelato da un operatore della Croce nativo del Marocco per un presunto insulto a sfondo razzista. La notizia, data da La Repubblica, ha scatenato una furiosa serie di polemiche.

In una lettera difendeva il leghista

La giovane donna, nata in Marocco, ha scritto agli organi di stampa sottolineando come secondo lei Borzoni “non sia affatto un razzista”. Una presa di posizione coraggiosa che voleva gettare acqua sul fuoco della polemica (sui social i soliti dementi erano arrivati addirittura ad augurare la morte al leghista e a suo padre) ma che invece ha sollevato l’odio dei magrebini che sui social hanno scritto di tutto contro la ragazza.

Leggi anche:  Ciclista investito alla rotonda via Trino-Corso Avogadro di Quaregna

Omettiamo il contenuto degli insulti per rispetto della giovane e dei nostri lettori.

Resta da capire come mai quelle stesse persone che denunciano episodi di razzismo nei loro confronti poi riescano a sviluppare tanto livore nei confronti di un loro connazionale che, nel nome di una buona integrazione, prova a gettare acqua sul fuoco.

Chissà se la stessa mobilitazione che si è registrata (giustamente) a favore dell’operatore Cri insultato, si solleverà anche per questa ragazza senza colpe?