Nella mattinata di lunedì 16 è stata resa nota una eclatante operazione della Squadra Mobile, al cui proposito è in corso una conferenza stampa.

Un uomo è stato fermato: l’ipotesi di reato è di omicidio aggravato nei confronti della madre adottiva, Paola Merlo, insegnante in pensione di Vercelli.

La donna è stata trovata nel suo appartamento, con vistose ferite sulla testa e al corpo. A dare l’allarme era stato il figlio adottivo, di 30 anni, che aveva spiegato di averla trovata così nel bagno. La prima idea è stata che fosse caduta in casa. Le indagini hanno però raccontato una realtà diversa: l’autopsia ha rivelato che la donna è stata vittima di un’aggressione.

La Procura di Vercelli ha quindi emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per il reato di omicidio aggravato, nei confronti del figlio. L’ipotesi è che l’uomo, Caleb Merlo (nella foto sopra), abbia aggredito la madre a seguito di un litigio per ragioni economiche.

Leggi anche:  L'uovo esplode: bimbo all'ospedale

LA NOTIZIA E’ STATA TENUTA SOTTO IL PIU’ ASSOLUTO RISERBO DALLA QUESTURA FINO ALLE 13 DI LUNEDI’ 16 LUGLIO E DATA A TUTTI GLI ORGANI DI INFORMAZIONE NEL CORSO DI UNA CONFERENZA STAMPA

Leggi anche:

Omicidio Vercelli: la ricostruzione VIDEO

Paola Merlo nel ricordo dei suoi allievi

VAI ALLA HOME PER LEGGERE LE ALTRE NOTIZIE