Furto in macelleria: fermato cerca di colpire gli agenti. Arrestato un 55enne italiano senza fissa dimora.

Furto in macelleria: fermato cerca di colpire gli agenti

La settimana scorsa un equipaggio della Polizia di Stato, impegnato nel normale servizio di controllo del territorio, si trovava in in Via Monviso per verificare la presenza di un uomo sospetto lungo la linea ferroviaria dismessa.

Un sospetto lungo la ferrovia

L’uomo, alla vista dell’equipaggio della Squadra Volante, ha lanciato via una borsa, ritrovata in seguito, dandosi alla fuga, nonostante l’alt di Polizia, cercando di scavalcare la recinzione nel tentativo di raggiungere Via Alpi.

Bloccato cerca di colpire i poliziotti

Gli Agenti, tuttavia, l’hanno raggiunto. L’uomo ha provato a colpirli con violenti calci e pugni prima che gli Operatori riuscissero ad immobilizzarlo.
Una volta immobilizzato il sospetto all’interno dell’autovettura di servizio, gli uomini della Squadra Volante hanno dunque recuperato la valigia e hanno portato il fermato negli uffici della Questura.

Si scopre il furto alla macelleria

Una volta aperta la valigia si è visto che conteneva vari oggetti atti allo scasso e un camice da macellaio; l’uomo aveva con sé, inoltre, una cifra di circa seicento euro di cui non ha saputo giustificare la provenienza.

Leggi anche:  L'uovo esplode: bimbo all'ospedale

Dopo una breve attività d’indagine i poliziotti scoprivano che l’uomo, poco prima, aveva perpetrato un furto presso una macelleria di Corso Prestinari, motivo per il quale alla vista degli Agenti si era dato alla fuga.

Arrestato

Il cittadino italiano di 55 anni senza fissa dimora, con numerosi precedenti è stato accusato di furto aggravato e di resistenza a Pubblico Ufficiale e lo conducevano, su disposizione del Sostituto Procuratore, presso la casa Circondariale di Vercelli in attesa dell’udienza di convalida.

Il giorno successivo l’arresto veniva convalidato e l’uomo sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di firma.