Famiglia vercellese intossicata: è stata curata in camera iperbarica. Fra di loro anche una bimba di 7 anni.

Famiglia vercellese intossicata

Nella notte tra sabato 12 e domenica 13 è stato effettuato un trattamento di Ossigeno Terapia (Oti) in regime di emergenza in camera iperbarica di Habilita Casa di Cura I Cedri di Fara Novarese per una famiglia (uomo, donna e una bambina) vittima di un’intossicazione accidentale da monossido di carbonio in casa. I pazienti sono C. R., di anni 41, M. B. di 40, e la piccola C. G., di 7, residenti in via Giolito. La notizia è stata resa nota oggi.

Il malessere

Nella serata di sabato C.G. ha accusato cefalea, nausea con vomito sino alla perdita di coscienza; M.B. ha accusato nausea e vertigini; C.R. ha accusato vertigini. Allertato il 112 i pazienti sono stati condotti al DEA dell’Ospedale di
Vercelli per accertamenti. Tutti i pazienti presentavano elevati valori di carbossiemoglobina ed è stata pertanto posta indicazione a trattamento iperbarico in regime di emergenza. Il trattamento è stato effettuato dalle ore 00:13 alle ore 01:49 ed è stato ripetuto nel pomeriggio a scopo di consolidamento dalle ore 15:18 alle ore 17:03.
I trattamenti si sono svolti senza complicanze ed i pazienti sono stati ricondotti presso il dea di Vercelli per proseguire le cure del caso.