Droga nelle mutande: un 53enne è stato arrestato dalla polizia di Vercelli.

Droga nelle mutande

Lunedì pomeriggio la Polizia di Stato di Vercelli ha arrestato un uomo per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Un equipaggio della Squadra Volante, durante un normale servizio di controllo del territorio, all’interno dell’autostazione sita in corso Gastaldi, notava un uomo particolarmente nervoso che, alla vista degli Agenti cercava di allontanarsi repentinamente. Lo stesso veniva, però, raggiunto ed immediatamente sottoposto a controllo di polizia;  dal controllo effettuato in banca dati risultava che l’uomo, un cinquantatreenne italiano residente a Biella, era gravato da numerosi precedenti penali in materia di stupefacenti, oltre che destinatario della misura di prevenzione della sorveglianza speciale emessa dal Tribunale di Biella nel 2018. Lo stesso, che aveva violato il provvedimento emesso dal Giudice poiché si era allontanato dal comune di residenza senza preventivamente avvisare l’autorità, non riuscendo a giustificare la propria presenza sul territorio vercellese, veniva accompagnato in Questura dagli uomini della Squadra Volante per approfondire gli accertamenti.

Leggi anche:  Truffa dei biglietti: niente concerto di Jovanotti e 150 euro in fumo

La perquisizione

Qui veniva sottoposto a perquisizione personale che consentiva di trovare, nascosti all’interno dello slip dell’uomo, due panetti di sostanza solida di colore marrone, presumibilmente sostanza stupefacente, confezionati all’interno di pellicola. Tale sostanza stupefacente, analizzata dal Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica della Questura risultava essere hashish del peso complessivo di circa 200 grammi. Si decideva quindi di estendere la perquisizione al domicilio dell’uomo dove venivano trovati, celati all’interno di una scrivania, un coltello da cucina con lama intrisa di hashish, oltre che il materiale necessario al confezionamento della sostanza. L’uomo veniva quindi arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, su disposizione del P.M., associato alla Casa Circondariale di Vercelli a disposizione dell’A.G. in attesa dell’udienza di convalida. Il giorno successivo il Giudice convalidava l’arresto.