Deteneva munizioni abusive: deferito dai Carabinieri. Nei guai per 28 cartucce da caccia non dichiarate alle forze dell’ordine.

Deteneva munizioni abusive: deferito dai Carabinieri

Nelle foto le cartucce sequestrate e i Carabinieri di Casanova Elvo.

Nei guai per per 28 cartucce da caccia non denunciate. Un 48enne è stato deferito dai Carabinieri della stazione di Casanova Elvo per detenzione abusiva di munizionamento.

La contestazione è stata elevata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 6 novembre, quando i militari di Casanova Elvo  hanno proceduto ad una perquisizione per la ricerca di armi presso l’abitazione di un 48 enne, già noto alle forze dell’ordine, alla ricerca di armi.

Nel corso sono state rinvenute in un armadio 28 cartucce da caccia mai denunciate, prontamente sequestrate.

Al di là della specificità di questo caso i Carabinieri colgono l’occasione per ricordare alle persone che detengono a vario titolo armi o munizioni che devono averne titolo e denunciarli alle forze dell’ordine (polizia nei centri cittadini e stazioni carabinieri per i paesi).

Leggi anche:  Auto va a fuoco a Tronzano

Gli obblighi di chi detiene armi

L’errore che spesso fanno i detentori di armi è quello di pensare che basti denunciare solo le armi detenute e non anche il munizionamento che invece alla stessa stregua va denunciato.

Chi possiede delle armi deve ricordare che in base all’articolo 26 della legge numero 110 del 18 aprile 1975, è soggetto all’obbligo della denuncia, stabilito dall’articolo 38 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773, se detiene munizioni per armi comuni da sparo eccedenti la dotazione di 1000 cartucce a pallini per fucili da caccia.
Il 48 enne è stato deferito per detenzione abusiva di munizionamento alla Procura della Repubblica di Vercelli, poiché, a prescindere dal numero di munizioni, non aveva alcun titolo autorizzativo per detenerle (licenza di caccia).

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE