Desana nel lutto: ricordo di Nicolò Morano. “Era uno scalatore preparato e prudente, è stata una fatalità”

Desana nel lutto: ricordo di Nicolò Morano

Leggi anche: Desana piange Nicolò Morano vittima della montagna

Desana è nello sgomento, la notizia che è iniziata a circolare ieri pomeriggio ha lasciato tutti senza parole, una famiglia molto conosciuta quella di Nicolò Morano, 28 anni grande appassionato di montagna, che per una coincidenza fortuita è deceduto ieri mentre stava scalando il Gran Combin, al confine tra Italia e Svizzera, oltre a lui anche la guida che lo accompagnava ha perso la vita.

Il cordoglio del Vice sindaco

Il vice sindaco del paese. Giovanni Varalda: “Conosco tutta la famiglia da sempre, desanesi doc, il nonno che è mancato due anni fa, era un caro amico, titolare del distributore di benzina nella piazza principale del paese. Nicolò era figlio unico, lascia il papà Pier Enrico impiegato bancario e la mamma Germana impiegata nella pubblica amministrazione. La sua grande passione la montagna, lo portava spesso a compiere imprese di un certo rilievo, ma sempre tutte organizzate molto bene, era una persona molto responsabile che non commetteva imprudenze. Mi hanno riferito che lui e la guida che aveva ingaggiato sono partiti molto presto, ma dopo circa un’ora di cammino, una scarica di pietre li ha colpiti, ferendo gravemente la guida che è riuscita a lanciare l’allarme, ma che è poi deceduta in ospedale, mentre Nicolò è mancato sul colpo. Sono vicino alla famiglia in questo terribile momento”.

Leggi anche:  Incidente sulla tangenziale nord: due auto coinvolte

La salma potrebbe tornare lunedì

Attualmente la salma si trova nell’obitorio di Sion in Svizzera, si parla, ma non c’è ancora certezza, che possa rientrare già domani, lunedì 12 agosto, la data del funerale non è stata ancora fissata.

Luca Degrandi

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE