Colpi di pistola a salve esplosi in centro paese a San Germano: tre ventenni sono stati denunciati.

Colpi di pistola in centro

I Carabinieri della Stazione di San Germano Vercellese hanno deferito in stato di libertà tre 20enni, tutti residenti a Vercelli, perché ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di procurato allarme presso l’Autorità. L’episodio è avvenuto in pieno centro a San Germano nel tardo pomeriggio di domenica. Alle 19.30 circa, una cittadina del posto ha contattato la Centrale Operativa dei Carabinieri di Vercelli attraverso il N.U.E. 112, riferendo che, solo pochi istanti prima, erano stati esplosi dei colpi di pistola da una vettura con a bordo tre persone. La testimone oculare, ancora in preda ad un forte spavento, aveva descritto una piccola utilitaria di colore chiaro dalla quale, improvvisamente, uno degli occupanti aveva sporto un braccio dal finestrino e, impugnando una pistola, aveva sparato tre colpi in aria.

Le ricerche

Immediatamente è stato diramato l’allarme e sono scattate le ricerche a cura delle pattuglie dell’Arma, mentre i Carabinieri della Stazione di San Germano Vercellese si sono recati sul posto, acquisendo da più testimoni tutte le informazioni potenzialmente utili a ricostruire l’episodio e ad identificare i responsabili. Le testimonianze sono risultate concordanti, l’auto con le tre persone a bordo si era dileguata rapidamente fuori paese in direzione di Vercelli. A suggello dell’ottima collaborazione tra le Istituzioni, il Sindaco di San Germano ha immediatamente attivato i propri collaboratori, che hanno garantito ai Carabinieri la tempestiva disponibilità delle registrazioni del sistema di videosorveglianza comunale da cui sono state subito estratte e visionate le immagini.

Leggi anche:  "Shake!": festival del teatro made in Vercelli

Indizi contrastanti

In breve è stata acquisita la targa del veicolo, una piccola Opel, risultata appartenere ad una 55enne vercellese, per nulla collegata ad ambienti criminali. Man mano che nuovi elementi andavano a sommarsi tra loro, il quadro che ne emergeva appariva delineare una vicenda piuttosto strana, poco sovrapponibile a fatti e comportamenti criminali, sensazione poi confortata dalla completa identificazione dei tre giovani che erano a bordo dell’auto, tutti ventenni, uno solo dei quali gravato da vicende penali per reati contro la persona ed il patrimonio. La perquisizione effettuata dai Carabinieri presso le residenze dei tre ha consentito di rinvenire l’arma, una pistola a salve, molto simile a quelle in dotazione alle Forze dell’Ordine, provvista del tappo rosso obbligatorio all’estremità della canna. I tre giovani hanno raccontato l’episodio, giustificando la loro azione come una bravata.

I fatti

Dopo aver trascorso insieme il pomeriggio, i protagonisti della vicenda, per puro divertimento, avevano esploso alcuni colpi a salve con la scacciacani in una zona di aperta campagna fuori San Germano, lontano da occhi ed orecchie indiscrete, ma durante il viaggio di ritorno a Vercelli non avevano resistito alla tentazione di esplodere ancora qualche colpo nel centro di San Germano, dove l’episodio ha causato il comprensibile allarme. Infine, i tre sono stati deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria Vercellese per procurato allarme e la pistola è stata sequestrata.