Cadavere nella valigia: chiesta l’archiviazione del caso. La Procura non ha trovato elementi sufficienti per accertare la verità sulla scomparsa e la morte di Franca Musso.

Cadavere nella valigia: chiesta l’archiviazione del caso

Aveva destato orrore il caso del corpo di una donna ritrovato in una valigia nei pressi di Alice Castello il 4 novembre di due anni fa. Solo per giungere all’identificazione ci volle un complesso lavoro di medicina legale sui resti. Si arrivò poi a identificare il corpo ed a stabilire che si trattava di una donna di Tronzano, scomparsa nel 2016: Franca Musso, 54 anni.

Gli inquirenti erano giunti anche ad indagare un uomo che conosceva Franca. Tuttavia la lunga indagine, di cui si erano occupati alcuni dei migliori specialisti italiani, non ha permesso di raccogliere elementi utili per istruire un processo e quindo la Procura della Repubblica di Vercelli ha chiesto l’archiviazione del caso che, a meno di sorprese in stile “cold case” potrebbe rimanere per sempre un mistero.

Leggi anche:  Incidente sull'A4 all'altezza di Balocco

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE