Blocca il treno per non pagare il biglietto. Un 23enne marocchino alla stazione di Vercelli, poi picchia e morsica i Carabinieri e finisce in carcere.

Blocca il treno per non pagare il biglietto

Non aveva il biglietto del treno e così ha pensato bene di impedire la partenza dalla stazione di Vercelli del diretto per Milano.

L’uomo, un 23enne marocchino disoccupato e già autore, in precedenza, di reati contro la persona, insieme a due connazionali, ha tirato più volte il freno di emergenza, opponendosi poi al tentativo del capo treno di identificare lui ed i suoi amici, tutti sprovvisti di biglietto e non intendevano acquistarlo.

Pugni e morsi ai Carabinieri

Per la veemenza dell’opposizione sono stati allertati i Carabinieri, che una volta sul treno hanno provveduto all’identificazione dei tre extracomunitari ma, durante il controllo, l’uomo che poi è stato arrestato ha aggredito i tre Carabinieri intervenuti, colpendoli con pugni e morsi. Ciò nonostante i militari riuscivano ad immobilizzarlo, subendo lievi lesioni dovute ai morsi. E’ stato arrestato per violenza, resistenza, lesioni a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio e condotto presso il carcere di Vercelli.

Leggi anche:  Arrestato latitante con arnesi da scasso sul furgone

I precedenti

Il giovane non è nuovo a simili comportamenti aggressivi. Nell’aprile di quest’anno, infatti, il giovane era già stato arrestato per aver reagito con violenza ad un controllo dei Carabinieri, richiesti ad intervenire da due amiche del giovane, che lo accusavano di aver loro sottratto un cellulare e del denaro.

L’arrestato si opponeva all’identificazione e, una volta giunto in caserma, aggrediva i Carabinieri con alcune chiavi di casa e tentava poi di ferirsi al volto utilizzando una tessera del codice fiscale.
Anche in questo caso il giovane aveva meritato il carcere.

VAI ALLA HOME PAGE E LEGGI LE ALTRE NOTIZIE