Blackout Challenge: muore 14enne promessa dell’alpinismo. E’ successo vicino a Lecco, il gioco mortale consiste nel cessare di respirare per provocare uno svenimento.

Blackout Challenge: 14enne muore per un gioco assurdo

Qualche tempo fa c’era il “Blue Whale“, ma (per fortuna) s’è rivelato sostanzialmente una sorta di bufala. Ora c’è il “Blackout Challenge” e purtroppo sembra che l’ennesimo assurdo gioco suicida “di moda” sul Web sia molto più pericoloso: a farne le spese un 14enne milanese appassionato di arrampicate sui monti di Lecco.

“Proteggete i vostri figli”

Come riporta lamartesana.it la morte del giovane scalatore lombardo  Igor Maj, figlio 14enne dello scalatore Ramon Maj e lui stesso già valido arrampicatore è stata causata proprio dalla nuova follia veicolata dal web. Si tratta di smettere di respirare fino a svenire, questo per cercare l’euforia di quando ci si riprende da un arresto cardiaco. Purtroppo Igor non è la prima vittima un ragazzo sempre 14enne della zona di Roma si era ucciso a febbraio impiccandosi col cavo della playstation.

Leggi anche:  Marijuana in salotto: arrestato coltivatore "fai da te"

E’ stata la famiglia del piccolo Igor a voler rendere nota la causa del decesso accertata dall’inchiesta. E questo proprio perché non si ripetano simili tragedie.

Un servizio davvero molto completo su questa tragedia lo trovate sul sito dei nostri colleghi lombardi, lamartesana.it