Arrestato il ladro della palestra Move. Un giovane marocchino ha sottratto in tutto 2000 euro, incastrato dalle immagini delle telecamere.

Arrestato il ladro della palestra Move

Da diverse settimane i frequentatori della palestra “Move”, sita in via Caduti sul lavoro di Vercelli, lamentavano sparizioni di denaro, orologi e telefoni cellulari durante le loro sedute di allenamento: al rientro dalle attività sportive trovavano infatti gli armadietti dello spogliatoio forzati e constatavano la mancanza dei loro effetti personali.

Telecamere negli spogliatoi

A seguito delle denunce presentate, i Carabinieri della sezione Operativa del N.O.R. di Vercelli, di concerto con la Procura della Repubblica di Vercelli e con la fattiva collaborazione del titolare della palestra, provvedevano a porre sotto sorveglianza i locali degli spogliatoi e potevano così sorprendere sul fatto M.A., un operaio ventunenne di origini marocchine, residente in Vercelli, già gravato da precedenti penali per reati contro il patrimonio.

Forzava gli armadietti per razziare

Il giovane riusciva ad entrare nella palestra sottraendosi ad ogni controllo, attendeva che i clienti si preparassero e quindi uscissero dallo spogliatoio e procedeva alla forzatura delle serrature degli armadietti ed a razziarne il contenuto, consistente in denaro contante, cellulari ed orologi.
All’atto dell’arresto il giovane è stato trovato in possesso di 250 euro appena prelevati da un armadietto, parte di un bottino che, in poche settimane, aveva già superato i 2.000 euro complessivi.

Leggi anche:  Scontro sull'A4: gravi danni ai mezzi e tanto spavento

Incastrato dalle immagini

Ad incastrarlo, oltre al ritrovamento della refurtiva, anche le immagini della video sorveglianza appositamente installata, che lo ritraggono inequivocabilmente durante il saccheggio.
L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Vercelli, veniva condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.