Arrestato a Crescentino per violazione dei domiciliari. Vedeva dei pregiudicati, era stato condannato per rapina ed è tornato in carcere.

Arrestato a Crescentino per violazione dei domiciliari

Un 27enne di origini marocchine (S.A.), con precedenti penali, si trovava agli arresti domiciliari a Crescentino per scontare una pena rimediata in seguito ad una rapina. Aveva sottratto con la forza una collanina nell’estate del 2018 nel savonese. I Carabinieri di Crescentino lo tenevano ovviamente d’occhio ed hanno constatato che si vedeva con persone pregiudicate. Una violazione palese alle disposizioni del Giudice di Savona che gli aveva concesso la misura alternativa alla prigione.

I militari crescentinesi hanno subito avvisato il magistrato che ha subito emesso una nuova ordinanza, disponendo la detenzione in carcere per il 27enne. L’uomo si trova ora nella casa circondariale di Billiemme a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.